Dialisi | Rimborso e Trasporto

Dialisi ospedaliera
I pazienti nefropatici che per sottoporsi a trattamento dialitico utilizzano il mezzo proprio, hanno diritto al rimborso chilometrico del percorso effettuato per tragitto più breve andata e ritorno dal proprio domicilio al centro ospedaliero, quantificato nella misura di Euro 0,32 per ogni chilometro percorso. Rientra in tale tipologia di rimborso anche il trasporto effettuato da associazioni/enti di volontariato su richiesta del paziente.
Qualora il paziente effettui il trattamento dialitico fuori Regione Lombardia o fuori Provincia di Pavia il rimborso verrà riconosciuto per il tragitto più breve dal domicilio del paziente al Centro Dialisi più vicino al domicilio stesso.

Cosa fare
L’interessato o persona delegata deve presentare la seguente documentazione:

  • Certificazione del Centro dialisi attestante la patologia;
  • Richiesta contributo emodialisi ospedaliera per trasporto in autonomia;
  • Dichiarazione sostitutiva comunicazione codice iban – le somme possono essere accreditate anche su carte prepagate, ma non su libretti pensionistici;
  • Copia del documento di identità e della tessera sanitaria del richiedente.

Entro il 10 di ogni mese è necessario presentare la certificazione del Centro Dialisi attestante il numero di sedute dialitiche effettuate nel mese precedente.  Qualora la presentazione avvenga dopo tale termine, il rimborso verrà riconosciuto il mese successivo.
 

 

Dialisi domiciliare
I pazienti nefropatici che si sottopongono a trattamento di emodialisi domiciliare o di dialisi peritoneale domiciliare hanno diritto ad un rimborso forfettario mensile a parziale rimborso delle spese sostenute direttamente dal cittadino, quantificato sulla base della Delibera della Giunta Regionale n. 24433 del 31 gennaio 1997 nella seguente misura:

  • Emodialisi extracorporea: Euro 61,97
  • Dialisi Peritoneale Continua: Euro 25,82

Cosa fare
L’interessato o persona delegata deve presentare la seguente documentazione:

  • Certificazione del Centro dialisi attestante la patologia;
  • Richiesta contributo dialisi domiciliare;
  • Dichiarazione sostitutiva comunicazione codice iban – le somme possono essere accreditate anche su carte prepagate, ma non su libretti pensionistici
  • Copia del documento di identità e della tessera sanitaria del richiedente.

Entro il 10 di ogni mese è necessario presentare la certificazione del Centro Dialisi attestante il numero di sedute dialitiche effettuate nel mese precedente.  Qualora la presentazione avvenga dopo tale termine, il rimborso verrà riconosciuto il mese successivo.

 

 

Trasporto gratuito in ambulanza 
Qualora il medico che ha in cura il paziente ritenga indispensabile il ricorso al trasporto in autovettura o in ambulanza tramite vettori di trasporto sanitario, le spese, per i pazienti residenti in Pavia e Provincia, sono poste interamente a carico dell’ASST di Pavia che si avvale di vettori di trasporto sanitario autorizzati e titolari di rapporti contrattuali o convenzionali con l’ASST stessa. Qualora il paziente non sia residente in provincia di Pavia, è necessario rivolgersi all’ASST/ASL di residenza. 
Nel caso in cui il paziente ritenga di non avvalersi del vettore convenzionato, verrà riconosciuto un rimborso pari a quello previsto per utilizzo del mezzo proprio.
Il trasporto è riconosciuto a carico di ASST Pavia solo nel caso in cui è finalizzato al trasporto per sottoporsi a seduta dialitica; nel caso in cui sia necessario recarsi in ospedale per visite e/o esami o in caso di dimissioni il trasporto è a carico del paziente.

 

 

Dialisi vacanza 
Per ottenere l’autorizzazione preventiva per il rimborso delle spese sostenute in maniera diretta o indiretta nel caso di effettuazione di dialisi in vacanza è necessario rivolgersi ad ATS Pavia – Dipartimento Cure Primarie – Ufficio Estero. Ricevimento al pubblico: dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 11.00. Tel.: 0382 431254 – 0382 431345 – fax: 0382 431282 – e-mail: dcp_estero [at] ats-pavia.it 
L’ASST Pavia, previa presentazione di certificazione del Centro Dialisi attestante il numero di sedute dialitiche effettuate, riconoscerà il rimborso per il tragitto più breve percorso dal domicilio del paziente al Centro Dialisi più vicino al domicilio stesso qualora questo sia inferiore al tragitto normalmente percorso. In caso contrario verrà riconosciuto il rimborso per il tragitto percorso dalla residenza del paziente al Centro Dialisi di riferimento.


La documentazione può essere trasmessa:
♦ a mezzo pec all’indirizzo protocollo [at] pec.asst-pavia.it
♦ a mezzo mail all’indirizzo protocollo [at] asst-pavia.it
♦ personalmente o da persona delegata ai seguenti sportelli:

  • Pavia: CUP/Accettazione Presidio Pneumotisiologico Viale Gorizia 97;
  • Voghera: uffici di Scelta/Revoca Via Repubblica 88 (stanza 17 e 17A);
  • Varzi: ufficio di Scelta/Revoca Via Repetti 2 (Ospedale di Varzi);
  • Broni:  Cup del Poliambulatorio Arnaboldi Via Emilia n. 356;
  • Casteggio: ufficio Scelta/Revoca - piazza Martiri della Libertà n.8;
  • Vigevano: Ufficio Scelta/Revoca – Viale Montegrappa n. 5;
  • Mortara: CUP – Strada Pavese n. 1013;
  • Mede: Ufficio Scelta/Revoca e CUP – Viale dei Mille n. 23;
  • Casorate Primo: Ufficio Scelta/Revoca e CUP – Via dall’Orto n. 99;
  • Garlasco: Ufficio Scelta/Revoca – Via Matteotti n. 34

►Visualizza orari sportelli Scelta e Revoca

►Visualizza orari sportelli CUP

 

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento è possibile contattare l’ufficio dialisi ai seguenti recapiti: 
Tel.: 0382.432750
e-mail: trasporto_dialisi [at] asst-pavia.it


Riferimenti normativi:
Estratto Linee Guida Regione Lombardia
DGR n. 24433 del 31 gennaio 1997

 

 

Richiesta contributo trasporto in autonomia
Richiesta contributo dialisi domiciliare
Dichiarazione sostitutiva comunicazione codice IBAN