In primo piano


 

Da mercoledì 7 aprile è attivo il portale di Poste per le prenotazioni delle vaccinazioni anti Covid-19 per gli over 80 che non hanno ancora aderito alla campagna vaccini.
Contestualmente è stato chiuso il portale per le adesioni di Aria spa, che rimane attivo solo per le adesioni del personale scolastico.

 

L’inaugurazione ufficiale del Centro Vaccinale è avvenuta lunedì 12 aprile, presso il Centro Commerciale il Ducale di Vigevano, alla presenza della Direzione Strategica di ASST Pavia.
Il centro vaccinale è organizzato in 8 linee, divise in 3 punti vaccinali, identificati da tre colori (arancione, lilla e azzurro). Le 8 linee lavoreranno dal lunedì al sabato, dalle 8.00 alle 20.00, a partire dal 12 aprile, con una vaccinazione ogni 5 minuti (12 vaccinazioni all’ora per ogni linea).
A regime, con le dosi di vaccino necessarie a disposizione, si potrà arrivare a 1152 inoculazioni giornaliere.
Il punto vaccinale ha effettuato, nel periodo dal 2 al 10 aprile, 2194 inoculazioni. In particolare, sono terminate le vaccinazioni relative alla fase 1 bis (con 500 vaccinazioni in 48 ore), e si sta concludendo la vaccinazione dei cittadini appartenenti alla fascia over-80.

Il Piano Vaccinale di Regione Lombardia prevede, in questa fase, le vaccinazioni anche per le persone con meno di 80 anni, a partire dalla fascia d'età 79 - 70 anni.
Dal 9 aprile sono aperte le prenotazioni per le persone in condizioni di elevata fragilità, non in carico alle strutture ospedaliere, o con grave disabilità attraverso la piattaforma dedicata.
Dal 7 aprile anche gli over 80 che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale possono prenotare direttamente online attraverso la nuova piattaforma dedicata.

La piattaforma di Regione Lombardia, per effettuare la prenotazione online, è consultabile all’indirizzo:
https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/vaccinazionicovid

Per informazioni, è possibile chiamare il numero verde regionale: 800894545

Per garantire un adeguato sostegno psicologico e permettere alla mamma di essere rilassata, coccolare e far rilassare il proprio bambino, presso lUO di Pediatria e Nido dell’Ospedale Civile di Vigevano, diretta dalla dott.ssa Lidia Decembrino, è stato avviato il corso di massaggio neonatale in modalità online. 

Grazie ad una piattaforma creata ad hoc dai tecnici di ASST Pavia, i genitori possono collegarsi da casa con il proprio pc, e partecipare alle 5 sedute del corso che, con cadenza settimanale, è tenuto dalle infermiere Ilaria Zandi e Rosaria D’Andria, diplomate alla Scuola Italiana Massaggio Infantile (AIMI), collegate in streaming dall’Ospedale.

A casa, mamma e papà, in un ambiente tranquillo, con musica in sottofondo, seguiranno le istruzioni e i consigli delle professioniste, nel rispetto dei bisogni e delle esigenze del proprio bambino, evitando forzature se il piccolo in quel momento non si mostra predisposto, imparando così a comunicare con il proprio bimbo. 

(per saperne di più...)

 

Sono partiti oggi, 10 marzo 2021, alla presenza del Direttore Generale di ASST Pavia, dott. Michele Brait, e del sindaco del Comune di Varzi, dott. Giovanni Palli, i lavori di un importante progetto di adeguamento relativo all’Ospedale SS. Annunziata di Varzi.

Regione Lombardia ha previsto il finanziamento per il completamento delle opere e per l’adeguamento della centrale di sterilizzazione alle norme di adeguamento del nosocomio della Valle Staffora per un importo complessivo di euro 1.340.000.
Successivamente, su richiesta presentata dall’ASST di Pavia, il piano è stato rimodulato con l’adeguamento alle norme di accreditamento delle aree di degenza, ambulatoriali e del Pronto Soccorso. Gli interventi sono finalizzati anche a migliorare la qualità della vita dei pazienti e degli operatori, all’adeguamento normativo in tema di accreditamento e di antincendio e allo sviluppo del Presidio Ospedaliero.
In particolare, il progetto riguardante l’area di degenza comprende l’attivazione di n. 10 posti letto sulle 24 ore destinati prevalentemente a pazienti subacuti con patologie cronico degenerative e dal quadro clinico già noto. I posti letto saranno collocati nei locali del monoblocco situati al piano rialzato. L’area di intervento copre circa 550 mq.
La ristrutturazione dell’area ambulatoriale comprende opere in alcune porzioni della struttura sulle quali si procederà al rinnovo funzionale e normativo dei locali (senza compromettere l’espletamento dei servizi attualmente erogati) e della messa a norma dell’impianto antincendio. Per quanto riguarda il Pronto Soccorso, infine, l’obiettivo è quello di migliorare gli ambienti lavorativi.

In proposito, il dott. Michele Brait commenta: “Questo progetto conferma la nostra costante attenzione nei confronti dell’Ospedale di Varzi che sorge in una posizione strategica ed è un punto di riferimento per i cittadini, non solo dell’Oltrepò montano, ma anche delle regioni confinanti, Piemonte ed Emilia”.

 

 

ASST Pavia e il Comune di Voghera comunicano che, da lunedì 8 marzo 2021, è attivo il Punto Vaccinale Territoriale Anti-Covid di Voghera, presso la sede Auser di via Famiglia Cignoli, n. 1. Questa nuova sede sostituisce il punto vaccinale precedentemente allestito presso l’Ospedale Civile di Voghera.
Il centro vaccinale sarà attivo, dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:00.

 

Le vaccinazioni verranno effettuate sulla base delle indicazioni nazionali e regionali, e nello specifico:

  • Alla popolazione degli ultraottantenni che abbiano preventivamente aderito alla campagna vaccinale sul sito di Regione Lombardia alla pagina https://vaccinazionicovid.servizirl.it/, e che siano stati informati tramite SMS (o abbiano ricevuto una chiamata, qualora fosse stato fornito il solo numero fisso) della data, dell'ora e del luogo della vaccinazione.
  • Agli aderenti alle categorie professionali definite a livello regionale, inseriti in appositi elenchi dall’Agenzia Territoriale della Salute (ATS), e successivamente contattati da ASST Pavia.

Si rammenta che non è previsto accesso libero al Punto Vaccinale Territoriale di Voghera. Solamente coloro che abbiano regolarmente prenotato la somministrazione potranno avere accesso alla struttura.

⇒ GALLERIA FOTOGRAFICA

 

 

La violenza contro le donne incide gravemente sul loro benessere fisico e psicologico e si manifesta in varie forme,spesso congiunte: violenza psicologica, fisica ed economica.

 

LO SPAZIO DI ASCOLTO OFFRE:

- Primo colloquio di accoglienza, ascolto e sensibilizzazione, con l’Assistente Sociale Consultoriale, in materia di Prevenzione e Contrasto alla Violenza contro le Donne, ottemperando al segreto professionale;
- Colloqui di approfondimento, con l’Assistente Sociale Consultoriale, per creare uno spazio di counselling in cui sia possibile per la Donna esprimere e raccontare la propria esperienza;
- Informazioni sulle misure previste dalle Leggi Nazionale e Regionale contro la Violenza sulle Donne e di Genere;
- Invio agli operatori della Rete Interistituzionale Antiviolenza di Pavia, qualora ritenuto necessario.

 

OGNI VENERDI’
DALLE 12.00 ALLE 16.00
Presso il Consultorio Familiare ASST
di Pavia Viale Indipendenza n. 5, PAVIA

Tel. 0382.1958411

 

Il 18 febbraio si è celebrata la Giornata Mondiale della Sindrome di Asperger.

A sostegno delle persone con questa neurodiversità, è attivo da tempo l’Ambulatorio Autismo di Cascina Cravino, che prevede attività di psicoterapia e incontri tra coloro ai quali è stata diagnosticata la sindrome.    
L’ambulatorio è nato grazie alla collaborazione attiva tra ASST Pavia - Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze, e il Laboratorio Autismo dell'Università di Pavia, coordinati entrambi dal professor Pierluigi Politi.

A sostegno del progetto, una delle frequentatrici del centro, Federica Lucà, ha creato un profilo Instagram molto seguito (@aspergeritaliaofficial), dedicato a questa condizione. 
In virtù del suo elevato funzionamento cognitivo, a Federica è stata riconosciuta la sindrome di Asperger soltanto alcuni anni fa, grazie alla collaborazione tra l’Università degli Studi di Pavia e ASST Pavia. 

Federica Lucà ha recentemente descritto, con grande appropriatezza, in una intervista televisiva, i punti di forza e di debolezza della sua condizione, e raccontato il supporto ricevuto dai medici (dott.ssa Natascia Brondino) e gli psicologi (dott.ssa Marta Nola) di Cascina Cravino.

► LINK ALL'INTERVISTA

​​​​​​​

ASST Pavia comunica che, a seguito di quanto disposto dalle autorità di Regione Lombardia per il comune di Mede, provvederà alla realizzazione di un ambulatorio COVID dedicato per dare supporto concreto alla popolazione.
Lo scopo del progetto è l’organizzazione di un Centro Territoriale COVID (CTC) presso l’Ospedale San Martino di Mede, nell’ambito della “Zona Rossa”, nella settimana dal 22 al 26 febbraio 2021.
Il servizio fornirà prestazioni quali: visite, radiografie, ecografie, tamponi nasofaringei e monitoraggio dei pazienti.
Il Centro Territoriale COVID vedrà il coinvolgimento di medici, infermieri e tecnici di radiologia, con il decisivo supporto dei Medici di Medicina Generale lomellini, i quali si occuperanno della valutazione del rischio, individuato sulla base dei criteri definiti dalla DGR 3876/2020, per l’eventuale invio dei pazienti all’ambulatorio.
In base all’esito della visita presso il CTC, i pazienti potranno quindi essere inviati a casa, con eventuale terapia e attivazione del telemonitoraggio o essere ricoverati in reparto, attraverso passaggio in Pronto Soccorso.
L’ambulatorio sarà collocato negli spazi del punto prelievi di Mede, prevedendo un percorso esterno in sicurezza e la periodica sanificazione degli ambienti.
E’ inoltre previsto un servizio di supporto alle RSA nell’esecuzione di ecografie polmonari, per i pazienti che ne evidenziassero la necessità.

In occasione della 29° Giornata Mondiale del Malato, istituita da San Giovanni Paolo II nella ricorrenza dell’apparizione della Madonna a Lourdes, il Direttore Generale di ASST Pavia, dott. Michele Brait, ha deciso di far sorridere i bambini ricoverati presso gli ospedali di Voghera e di Vigevano con un piccolo spettacolo di magia.
E’ stato il dott. Marco Piccolini, Direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia Generale dell'Ospedale Asilo Vittoria di Mortara, a realizzare, in prima persona, questo momento di evasione, coinvolgendo i piccoli pazienti in uno spettacolo per loro appositamente creato.
Lo spettacolo si è svolto in due tappe: la mattinata è stata, infatti, dedicata ai bambini ricoverati presso l’Unità Operativa Complessa di Pediatria e Nido dell’Ospedale Civile di Voghera, mentre al pomeriggio lo spettacolo si è spostato presso l’Unità Operativa Complessa di Pediatria e Nido dell’Ospedale Civile di Vigevano.

(per saperne di più...)

 

Grazie all’ennesimo slancio di generosità dei Sostenitori dell’Ospedale di Varzi Onlus (SOV Onlus) è ora in dotazione all’Ospedale SS. Annunziata di Varzi, una apparecchiatura di sostegno respiratorio innovativa, di solito presente solo nelle unità di rianimazione. La donazione è stata accettata con Determina Dirigenziale n°1365 del 23.12.2020.
Questo strumento portatile (può essere messo anche in ambulanza) permette la ossigenoterapia ad alti flussi, ovvero di fornire al malato una miscela di aria arricchita di ossigeno molto fisiologica, a temperatura corporea e correttamente umidificata, con un flusso molto elevato (fino a 60 litri al minuto). Questa procedura ritarda ed in molti casi evita la intubazione del paziente.

E’ un apparecchio di fondamentale importanza per la gestione della insufficienza respiratoria del paziente con polmonite da COVID, per l’asma bronchiale e per la BPCO. Si applica a pazienti che respirano in modo autonomo ma che richiedono ossigeno a velocità più elevata, con basso ossigeno ed elevata anidride carbonica nel sangue.
Il Direttore Generale di Asst Pavia dott. Michele Brait, nell’accettare questa significativa donazione, ringrazia particolarmente la SOV Onlus, per essere sempre attenta e presente, a beneficio di tutti i pazienti che si rivolgono all’Ospedale di Varzi.

(per saperne di più...)

Il 7 febbraio si celebra la Giornata contro il Bullismo e il Cyberbullismo, nata nel 2017 in coincidenza con la Giornata Europea della Sicurezza in Rete indetta dalla Commissione Europea (Safer Internet Day).
Il cyber bullismo è la manifestazione in Rete di un fenomeno più ampio e meglio conosciuto come bullismo. Quest'ultimo è caratterizzato da azioni violente e intimidatorie esercitate da un bullo, o un gruppo di bulli, su una vittima. Le azioni possono riguardare molestie verbali, aggressioni fisiche, persecuzioni, generalmente attuate in ambiente scolastico. Oggi la tecnologia consente ai bulli di infiltrarsi nelle case delle vittime, di materializzarsi in ogni momento della loro vita, perseguitandole con messaggi, immagini, video offensivi inviati tramite smartphone o pubblicati sui siti web tramite Internet. Il bullismo diventa quindi cyberbullismo. Il cyberbullismo definisce un insieme di azioni aggressive e intenzionali, di una singola persona o di un gruppo, realizzate mediante strumenti elettronici (sms, mms, foto, video, email, chatt rooms, istant messaging, siti web, telefonate), il cui obiettivo e quello di provocare danni ad un coetaneo incapace di difendersi.

(per saperne di più...)

 

La Giunta della Regione Lombardia, su proposta del vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, ha approvato una delibera che prevede l’esenzione dal pagamento del ticket sanitario di specialistica ambulatoriale per le Forze armate e di Polizia, la Protezione civile, i Vigli del fuoco e gli agenti di Polizia locale, in caso di infortuni durante il servizio e anche in caso di dimissioni dal Pronto soccorso in codice bianco.

Il progetto nasce dalla constatazione che il consumo di sostanze psicoattive investe una fascia di popolazione sempre più giovane e sempre più numerosa passando, dalla semplice sperimentazione delle sostanze, a vere e proprie forme di dipendenza. In virtù di questi dati si è iniziato a  progettare un percorso specifico per questa fascia di età.
Attualmente gli adolescenti in carico , tra i 15 e i 19 anni, sono circa 90 e  arrivano a 237, se si aggiungono i giovani di età compresa tra i 20 e i 29 anni,  costituendo così il 16.8% della popolazione afferente al sevizio.

Tramite il Progetto Giovani si cerca di accogliere i bisogni dei giovani e di dare loro delle risposte.

In particolare:
    • Si conosce il giovane, vengono fatti esami clinici e di laboratorio che consentono una diagnosi corretta sulle sostanze d’abuso e viene fatto un attento counselling sulle malattie sessualmente trasmesse.
    • Vengono svolti degli incontri periodici nei quali si fa corretta informazione sui danni che derivano dall’uso delle sostanze, si cerca di capire i motivi dell’uso, si insegnano delle strategie di astensione.
    • Si tesse una rete tra i servizi che ruotano intorno ai ragazzi e alle loro famiglie: USSM, Assistenti territoriali, NPI, Consultorio

Il Progetto Giovani vorrebbe porsi  come obiettivo quello di identificare precocemente le condizioni di vulnerabilità e dell'uso occasionale di sostanze con la finalità di ridurre i tempi di accesso alle cure, un luogo di ascolto per i ragazzi, ma anche per le famiglie e per gli insegnanti, dove si possano fare delle attività per valorizzare le risorse dei ragazzi e  dove possano sperimentare relazioni positive, dove possano imparare a vivere in modo sano l’incredibile bellezza della loro età.

► SERVIZIO TGR LOMBARDIA (da 4:10)

 

Raggiunta la quota di 2000 prime dosi somministrate verso sanitari di ASST ritengo opportuno condividere la storica esperienza della vaccinazione auspicando che anche i pochi indecisi vedano in questa azione un incentivo e una rassicurazione alla somministrazione del vaccino.
Pur nella consapevolezza della volontarietà della scelta vi è un dovere che poggia su principi etici e di comunità a cui gli operatori sanitari sono chiamati a rispondere per primi.
Con questo spirito e queste convinzioni, la Direzione Strategica di ASST di Pavia ha scelto di ricevere la prima somministrazione.

 (il Direttore Generale)
Dott. Michele Brait   

 

Mercoledì 13 Gennaio 2021, presso l’Ospedale Civile di Vigevano, ha avuto luogo la conferenza di presentazione del nuovo Corso di accompagnamento alla nascita in Telemedicina, alla presenza del Direttore Generale di ASST Pavia, Dott. Michele Brait.

Il servizio viene erogato da un’ostetrica con il contributo di un assistente sociale, dell'ostetrica del territorio, del pediatra con l'infermiera di neonatologia, dell'anestesista e del ginecologo.
Sono previsti 9 incontri mono o bisettimanali in piccoli gruppi, in genere al pomeriggio. In un incontro è prevista anche la presenza dei papà.
Per partecipare al Corso occorre la prenotazione telefonica al numero 0381 - 333331. La partecipazione è gratuita, con impegnativa compilata dagli specialisti di ASST Pavia.

Nel desiderio di offrire la possibilità di ricevere , anche se a distanza, questo prezioso servizio, ASST Pavia, nella persona della direttrice dell’UOC Ostetricia e Ginecologia di Vigevano, dott.ssa Luciana Babilonti, ha quindi attivato un corso interattivo a distanza, che permetterà ai futuri genitori di poter accedere a tutte le informazioni e i consigli necessari al momento del parto e alla cura del bambino.
ASST Pavia invita le pazienti in gravidanza ad iscriversi: si cercherà di creare una piacevole esperienza, mantenendo la possibilità di parlare anche con gli Specialisti interessati al Percorso Nascita.
La Telemedicina renderà senza dubbio più semplice poter raggiungere donne che per motivi logistici non potevano recarsi in Ospedale per seguire il Corso.

(per saperne di più...)

 

Oggi, 7 gennaio 2021, alla presenza della Direzione Strategica, sono iniziate le vaccinazioni a favore del personale di ASST Pavia, presso l’Ospedale Civile di Voghera. La somministrazione ha avuto luogo, a partire dalle ore 10.00, presso il Reparto di Urologia, primo piano.
La campagna in Lombardia prevede la vaccinazione del personale delle ASST, IRCCS, Spedalità privata, RSA e Medici di Medicina Generale. L'obiettivo è quello di arrivare ad una copertura progressiva del 70%, rispettando le scadenze fissate per tutte le regioni.
Le dosi di richiamo saranno effettuate dopo 21 giorni dalla prima somministrazione.
Le attività di vaccinazione saranno svolte da una apposita equipe dedicata, composta da medici e infermieri dell’Azienda.
Da domani, 8 gennaio 2021, verranno avviati i percorsi di vaccinazione per tutti gli ospedali di ASST Pavia.

E' iniziata ufficialmente oggi, 4 gennaio 2021, presso l’Ospedale Civile di Vigevano, alle ore 15.00, alla presenza della Direzione Strategica, la campagna vaccinale contro il Covid-19 di ASST Pavia.
La somministrazione ha luogo nei locali dell’Area SPDC (Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura), appositamente allestiti e dedicati alla somministrazione del vaccino.
La campagna in Lombardia prevede la vaccinazione del personale delle ASST, IRCCS, Spedalità privata e RSA. Si prevede una capacità di somministrazione iniziale fino ad un massimo di 10mila dosi al giorno, che potrà essere successivamente incrementata fino a 15mila. Questi numeri saranno in grado di rispondere al fabbisogno necessario a coprire la popolazione sanitaria delle strutture, con l'obiettivo di raggiungere il requisito di covid free, rispettando la scadenza fissata per tutte le regioni, entro la fine del mese di febbraio, con la dose di richiamo da effettuare dopo 21 giorni.
Le attività di vaccinazione saranno svolte da una apposita equipe dedicata, composta da medici e infermieri dell’Azienda.
ASST Pavia procederà, in attuazione della programmazione regionale, anche alla somministrazione del vaccino ai Medici di Medicina Generale.

Al via il nuovo progetto di Tele-riabilitazione Cognitiva di ASST Pavia, a cura del dott. Fabrizio Pasotti, Neuropsicologo, da anni impegnato nella diagnosi e nel trattamento dei deficit cognitivi presso la U.O. di Riabilitazione specialistica degli Ospedali di Voghera e di Mortara.
Il progetto nasce dal forte interesse della Direzione Generale per il tema della telemedicina, in collaborazione con il Cognitive and Forensic Neuropsychology Lab - Neuroscience and Society Lab, (http://www.cfnns.it/) diretto dalla Prof.ssa Gabriella Bottini del Dipartimento del Sistema del Nervoso e del Comportamento dell’Università degli Studi di Pavia.
 Partendo dal presupposto che l’organizzazione del sistema nervoso non è statica, ma passibile di modificazioni (concetto della plasticità cerebrale), è possibile agire sul paziente con interventi di riabilitazione e/o di stimolazione neuropsicologica. Su questo principio si basa il sistema del Neurotablet (http://www.neurotablet.com/): lo strumento che sarà utilizzato per il trattamento e che prevede la definizione di esercizi riabilitativi calibrati su ogni singolo paziente.
I pazienti potranno accedere al trattamento attraverso una prima selezione presso l’Ambulatorio di Fisiatria e, dopo un’estesa valutazione neuropsicologica, inizieranno la riabilitazione al proprio domicilio con un monitoraggio settimanale on-line o in presenza. Saranno trattati principalmente pazienti con esiti di ictus cerebrale, Mild Cognitive Impairment (MCI) o Demenza Lieve, Parkinson e Sclerosi Multipla o altre patologie con impatto sul sistema cognitivo.

(per saperne di più...)

L’Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Avv.to Giulio Gallera, nella conferenza stampa di mercoledì 23.12.2020, ha annunciato l’avvio della campagna vaccinale anti-Covid per domenica 27 dicembre 2020.
Si tratta dell'avvio simbolico della campagna vaccinale che proseguirà diffusamente nei giorni successivi, secondo il cronoprogramma previsto dal Piano nazionale redatto dal Commissario Straordinario Arcuri, che ha la responsabilità delle vaccinazioni in tutto il Paese.
Per la Provincia di Pavia, l’IRCCS Fondazione Policlinico San Matteo sarà l’Hub di consegna delle dosi assegnate e nel pomeriggio di domenica 27 dicembre 2020, il Direttore Generale di Asst Pavia, dott. Michele Brait, ha presenziato per l’avvio della campagna di vaccinazione.
In questa fase è stata data la precedenza ai clinici, per cui domenica pomeriggio è stata vaccinata una parte dei Direttori di ASST Pavia.

(per saperne di più...)

ConferenzaStampa di presentazione del Piano vaccinale anti Covid a cura della Direzione Welfare di Regione LombardiaOggi, 23.12.2020, si è tenuta alle 10:30, presso Palazzo Lombardia a Milano, la Conferenza Stampa di presentazione del Piano Vaccinazione COVID a cura della Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia. La Conferenza Stampa è disponibile sul canale Youtube di Regione Lombardia al seguente link: PIANO VACCINAZIONE COVID

Qui di seguito la dichiarazione odierna dell'Assessore Regionale al Welfare, Avv.to Giulio Gallera, in merito all'inizio della campagna vaccinale ANTICOVID. (LNews - Milano, 23 dic) Da domenica 27 dicembre, la Lombardia avrà a disposizione le prime 324 fiale di vaccino anticovid che permetteranno di ottenere 1.620 dosi. Saranno consegnate all’Ospedale di Niguarda, conservate in crio box, dalle Forze armate, da dove poi partiranno per le altre 11 province. (Leggi tutto)

Venerdì 18 dicembre 2020 il Centro Artistico Culturale “G. Amisani” ha deciso di omaggiare l’Ospedale San Martino di Mede con una stampa dell’opera “L’Eroe” del pittore medese Giuseppe Amisani, per ricordare lo straordinario impegno di medici, infermieri e operatori socio-sanitari in questo terribile momento di pandemia Covid-19.

Giuseppe Amisani, di grande fama durante la Belle Époque, ha partecipato, nel 1908, al concorso per il Premio Mylius-Bernocchi proprio con l’opera L’Eroe, raffigurante un medico che si somministra un vaccino. Il Centro Artistico Culturale “G. Amisani” si occupa di rivalutare gli artisti medesi, come Amisani, e organizza mostre e concorsi di pittura.

(per saperne di più...)