News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

Si comunica che, a far data da mercoledì 1 luglio 2020, riprenderà l'attività operatoria d'elezione presso l'ospedale di Voghera con due sedute quotidiane, dal lunedì al venerdì, dalle ore 08.00 alle ore 14.30 e l'attivazione del reparto multispecialistico chirurgico COVID FREE  con 18 posti letto.
  
Si conferma altresì, da lunedì 29 giugno, la riattivazione del Prericovero centralizzato, presso i locali ubicati al 1° piano nell’edificio adiacente al CUP.
Contestualmente, presso il Prericovero centralizzato, verranno effettuati i tamponi, gli esami ematochimici/sierologici e l'RX torace relativamente ai pazienti in lista operatoria nelle 48 ore successive.

Al termine degli accertamenti finalizzati ad evidenziare un’eventuale presenza di manifestazioni sospette per patologia COVID verrà consegnata apposita informativa  al diretto interessato in merito ai comportamenti da adottare durante l’isolamento fiduciario.

Prosegue il graduale ritorno verso la normalità delle attività ospedaliere del presidio oltrepadano, dopo l’emergenza Covid-19. La ripresa, nel pieno rispetto delle normative vigenti in tema di utilizzo di dispositivi di protezione e di sanificazione è successiva al processo di riorganizzazione che l’ASST di Pavia ha posto in atto per gestire la pandemia.

Il Direttore Medico ad interim del Presidio Oltrepò, dott. Paolo Valentini, in considerazione dell’attuale trend della curva epidemiologica, con la progressiva riduzione della casistica di pazienti COVID, ha comunicato che, a far data da lunedì 22 giugno, presso l'Ospedale Civile di Voghera, viene riattivato il 3° settore del reparto di Medicina Interna COVID FREE con una dotazione di 21 posti letto.

È attivo da ora il servizio di prenotazione online per le prestazioni dei Laboratori Analisi di ASST di Pavia.
È possibile accedere al portale regionale:
https://prenotasalute.regione.lombardia.it/prenotaonline/     

Il Direttore Generale di ASST Pavia, Dott. Michele Brait, comunica che a far tempo da lunedì 8 giugno 2020, l’Unità Operativa Complessa di Medicina Interna dell’Ospedale Unificato di Broni-Stradella, riprenderà la normale funzionalità dopo la fase emergenziale sanitaria, relativa alla pandemia Covid 19, alla quale l’Unità Operativa era stata interamente dedicata.  
 
A far tempo da lunedì 8 Giugno 2020, a seguito delle operazioni di sanificazione degli ambienti, riprenderà l’attività clinica dell’Unità Operativa, che svolge  la propria funzione di diagnosi e cura in regime di ricovero ordinario  (reparti e degenza), Day Hospital, Macroattività Ambulatoriale Complessa (MAC) e attività ambulatoriale.

[operazioni di sanificazione - galleria]

 

Allo scopo di limitare ulteriormente gli spostamenti dei cittadini sul territorio e ridurre la diffusione del COVID-19, il Capo di Dipartimento della Protezione Civile ha emanato l'Ordinanza n. 651 del 19 marzo 2020, "Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”, che prevede la possibilità di ottenere il Numero Ricetta Elettronico (NRE) delle ricette per la prescrizione di farmaci direttamente tramite e-mail, sms o comunicazione telefonica.

Grazie a questo provvedimento, non sarà più necessario andare dal medico per la prescrizione delle ricette e il rilascio del promemoria cartaceo. Sarà possibile recarsi in farmacia per il ritiro dei farmaci solamente con il numero della Ricetta Elettronica Dematerializzata (codice NRE) e la Tessera Sanitaria-CNS.

A seguito della progressiva riduzione degli accessi di cittadini affetti da SARS - Covid 19, al fine di assicurare i ricoveri di pazienti che necessitano di cure presso l'Ospedale Civile di Voghera che non sono affetti da Covid 19, si comunica che, a far data da sabato 30 maggio 2020, l'attivazione di 10 posti letto multispecialistici presso l'ospedale di Voghera.
 
Si tiene a specificare che tale assetto ha valenza temporanea allo scopo di soddisfare la contingente necessità di ricovero dal pronto soccorso di persone che hanno necessità di essere ricoverate e che non sono affetti da COVID 19.
 
 

Si informa che dal 1 giugno 2020 il Dott. PIOVERA GIUSEPPE cesserà l’attività di medico convenzionato per la medicina generale. Si invitano, pertanto, gli assistiti a provvedere alla scelta di un nuovo medico.

In ottemperanza alle norme finalizzate al contenimento del diffondersi dell'evento epidemiologico in atto ed in considerazione del sensibile aumento di accessi che potrebbero manifestarsi, presso gli uffici di front-office aziendali, a causa della sopra menzionata cessazione, si rende necessario assumere idonee iniziative che garantiscano il distanziamento sociale tra gli utenti, tale da evitare assembramenti di persone, che risultano essere la causa principale del diffondersi del contagio.

Si invita pertanto l'utenza ad utilizzare le forme di procedura alternative, che possono garantire il necessario espletamento delle pratiche, evitando nel contempo pericolose inutili code agli sportelli.

(per saperne di più)

 

In relazione alla nota della Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia, n. 21284 del 26 maggio 2020,  a far tempo dalla data di ieri,  27 maggio 2020, ha cessato di essere operativa, presso l’Ospedale Civile di Voghera, la Terapia  Intensiva COVID per l’Oltrepo’, contestualmente sono stati attivati n. 8 posti letto per pazienti COVID FREE presso la Rianimazione.

Tale rimodulazione, disposta dal Direttore Medico del Presidio Oltrepo’ Dott. Paolo Valentini,  segue l’attuale contesto epidemiologico della pandemia in Lombardia e sarà suscettibile di pronte modifiche in caso di ulteriori variazioni della diffusione del virus e del diverso fabbisogno di disponibilità di posti letto intensivi, che dovessero verificarsi.

Nella fase attuale, i pazienti COVID, necessitanti di Terapia Intensiva, che si dovessero presentare presso il Presidio Ospedaliero Oltrepo’, saranno trasferiti, secondo le indicazioni fornite dalla Centrale di Coordinamento Regionale, in base alle disponibilità, sul territorio di Regione Lombardia.

In considerazione dell’attuale trend della curva epidemiologica ed alla luce della disponibilità di posti letto dei reparti di area COVID del P.O. Oltrepò, si comunica la conversione del reparto COVID di Varzi in reparto di Medicina Interna COVID FREE, a far data dal 22 maggio 2020, in linea con le indicazioni contenute Piano per la riattivazione graduale delle attività sanitarie e socio sanitarie dell’ASST di Pavia.
 
In aderenza ai contenuti dell’allegato della DGR n.3115/2020, si è privilegiata inizialmente la collocazione dei pazienti in stanza singola fino al completamento della disponibilità di 8 posti letto di Medicina Interna COVID FREE, ampliati a 13 posti letto a partire dal 26 maggio 2020.
 

Dal 1 maggio 2020 per i pazienti assistiti dall’ASST di Pavia la consegna al domicilio dei pannoloni (ausili ad assorbenza per incontinenza) sarà effettuata da un nuovo fornitore (Ditta Serenity S.p.a).

Per informazioni sulle consegne è possibile contattare il numero verde della ditta Serenity:   800.761316    (da lunedì a venerdì: 8.00-13.00 / 14.00-17.00)

Riferimenti ambulatori presidi/ausili ASST di Pavia:
- Territorio Pavese: ambulatorio_protesica_pavese [at] asst-pavia.it – 0382/432448, 0382 432626
- Territorio Oltrepo: ambulatorio_protesica_oltrepo [at] asst-pavia.it - 0383/695512, 0383/695236
- Territorio Lomellina: ambulatorio_protesica_lomellina [at] asst-pavia.it - 0381/333546

Si comunica che a decorrere dalle ore 15 del 17 aprile e sino alle ore 8 di domenica 19 Aprile, l'attività presso la UOC di Medicina Interna dell'Ospedale San Martino di Mede, sarà temporaneamente sospesa per interventi di risanamento.
 
A far tempo dalle ore 8 del 19 aprile, il reparto non sarà più da considerarsi reparto COVID ma reparto di Medicina Interna.

Regione Lombardia, Delibera n.XI/2999 del 30.03.2020, ha emanato  due nuove tipologie di contributi economici come misure emergenziali Covid 19 con uno specifico focus per minori e famiglie. L'emergenza sanitaria ed economica sta portando con sé emergenze sociali ed educative con le quali le famiglie, le comunità e i servizi hanno già iniziato a fare i conti. Le famiglie lombarde, in particolare quelle con figli minori, si sono trovate a fronteggiare numerose spese impreviste e un’estrema difficoltà di liquidità, specialmente laddove i componenti del nucleo familiare stiano vivendo situazioni di temporanea difficoltà lavorativa legata all’emergenza destinata ad incidere negativamente sul reddito complessivo del nucleo familiare.
 
Le due tipologie di contributi non  sono cumulabili tra di loro:
 
- Contributo mutui prima casa: contributo straordinario una tantum pari ad euro 500,00 ad ogni nucleo familiare con almeno un figlio di età minore o uguale a 16 anni.
- Contributo e-learning: contributo straordinario una tantum pari all’80% delle spesa sostenute fino ad un massimo di euro 500,00 per ogni nucleo familiare con almeno un figlio di età compresa tra 6 anni e minore o uguale a 16 anni per l’acquisto della strumentazione tecnologica necessaria alla didattica on line (pc fisso o portatile o tablet con microfono e fotocamera).
Soggetti attuatori sono gli enti capofila degli Ambiti territoriali o, in alternativa, un altro Comune di ambito delegato o altro ente strumentale, ad esempio le aziende speciali consortili. Gli Ambiti territoriali hanno compiti di istruttoria e validazione delle domande presentate attraverso il sistema bandi on line dalle famiglie e di liquidazione del contributo ai cittadini."

► Volantino pacchetto famiglia

 

Regione Lombardia, con DGR n. 2469/2019 e successiva DGR 3167/2020,ha confermato l'importanza della realizzazione di interventi di sostegno abitativo a favore di coniugi separati o divorziati, in particolare con figli minori di cui alla L.R. n.18/2014.
Con DGR 3167/2020 " Approvazione ai sensi di DGR 2469/2019 degli avvisi pubblici a favore  di coniugi separati o divorziati in condizioni di disagio economico per l'implementazione degli interventi di sostegno abitativo e per la promozione di azioni di mediazione familiare (L.R. n. 18/2014).

L’ammontare del contributo è pari al 40% della spesa sostenuta:
· fino ad un massimo di € 2.500,00 nel caso di canone calmierato/concordato
· fino ad un massimo di € 3.500,00 nel caso di canone a prezzo di mercato
· fino ad un massimo di € 3.500,00 per l’emergenza abitativa

Il destinatario della misura può beneficiare di un contributo per la durata di un anno dalla data di approvazione della domanda ad eccezione di coloro che si trovano in condizione di grave marginalità sociale che possono contare su un intervento biennale.
La domanda deve essere presentata dal soggetto richiedente esclusivamente on line sulla piattaforma- Bandi online- all’indirizzo www.bandi.servizirl.it a partire dalle ore 12.00 del 19 marzo 2020 sino al 30 giugno 2021 salvo esaurimento delle risorse.

►Locandina dell'iniziativa

 

Regione Lombardia ha approvato  la misura che sostiene i genitori separati o divorziati con azioni di mediazione familiare, individuando i Consultori Familiari pubblici, ASST, come riferimento per la gestione del processo: interventi di mediazione familiare ed inoltro delle domande sulla piattaforma di Regione Lombardia.
La misura è finalizzata a promuovere interventi di mediazione familiare a favore di genitori separati/divorziati. La mediazione familiare è un processo collaborativo di soluzione del conflitto in cui la coppia con figli è supportata da un soggetto terzo imparziale che favorisca la comunicazione tra le parti al fine di identificare soluzioni accettabili per entrambi i genitori dopo la separazione per recuperare un dialogo positivo, in particolare nei riguardi dei figli.
Possono accedere alla misura i coniugi con stato civile di separato, divorziato o che hanno in atto un procedimento di separazione giudiziale in corso di perfezionamento che soddisfano i seguenti requisiti:
a) con figli nati o adottati nel corso del matrimonio

- minori o maggiorenni (solo se incarico ai genitori)

- disabili minori o maggiorenni in carico ai genitori

b) residenti in Lombardia da 5 anni

c) che non abbiano riportato condanne con sentenze passate in giudicato per reati contro la persona, tra cui gli atti persecutori di cui al decreto –legge 23 febbraio 2009, n. 38, nonché per i delitti di cui agli articoli 570 e 572 del codice penale.

La domanda è presentata dalle ASST, Consultori Familiari, o dai Comuni/Ambiti esclusivamente sulla piattaforma informativa Bandi online all’indirizzo www.bandi.servizirl.it a partire dalle ore 12 del 30 maggio  2020.

► Locandina dell'iniziativa

 

Si comunica la temporanea sospensione dei nuovi ricoveri presso l'SPDC di Voghera

I pazienti del DSMD verranno ricoverati a Pavia, a fronte di esami diagnostici negativi per Covid-19.

 

 

Si comunica la riattivazione H24 delle attività del Pronto Soccorso dell'Ospedale di Varzi a partire dalle ore 20.00 del 30 marzo 2020.

In considerazione della grave situazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 che si trovano a dover affrontare i presidi ospedalieri della ASST di Pavia, stante la necessità di reperire risorse da destinare all’assistenza dei pazienti COVID Positivi negli Ospedali HUB, di concerto con la Direzione Generale Welfare, si provvederà alla sospensione dei Punti di Primo Intervento di Mede e Mortara, a far tempo dal 18 marzo 2020.

 - Nota rivolta ai sindaci di Voghera, Stradella e Broni -

 In considerazione della grave situazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 che si trovano a dover affrontare i presidi ospedalieri della ASST di Pavia, si ritiene indispensabile accorpare temporaneamente il punto nascita di Stradella a quello di Voghera a far tempo dalle ore 20 della giornata odierna anche al fine di ottimizzare l'assistenza alle partorienti.
Quanto sopra per le determinazioni conseguenti ed al fine di fornire la dovuta informativa alla Cittadinanza.

A seguito della carenza di dotazione organica infermieristica e medica presso l'Ospedale di Casorate , con la presente si comunica la temporanea chiusura della UOSD di Medicina Generale a bassa intensità di cura.

Al fine di salvaguardare il proseguo delle attività senza soluzione di continuità a seguito della repentina carenza di dotazione organica infermieristica e medica nonché di garantire una migliore qualità dell'assistenza diretta ai pazienti affetti da Coronavirus presso l'Ospedale di Varzi , con la presente si comunica la rimodulazione della fascia oraria di apertura del Pronto Soccorso dalle ore 08.00 alle ore 20.00 con chiusura temporanea nella fascia oraria notturna a far tempo dal 24/3

Si comunica che da Lunedì 16 marzo 2020, tutta l'attività presso il Presidio Pneumotisiologico di Pavia sarà temporaneamente sospesa.

Inoltre da Martedì 17 marzo 2020,  verrà temporaneamente  sospesa l'attività di chirurgia generale e di chirurgia ortopedica presso l'Ospedale di Stradella.

In relazione all'epidemia Covid19, si comunica che, a partire dal 13/3, l'SPDC di Vigevano è destinato ad altra funzione. I ricoveri psichiatrici saranno effettuati presso gli SPDC di Pavia e Voghera.

In ogni caso, il Pronto Soccorso dell'O.C. di Vigevano rimane a disposizione per l'affrontamento e la soluzione di situazioni di acuzie di carattere psichiatrico, disponendo della consulenza dello psichiatra dell'Unità Operativa, anche per quanto concerne la destinazione del paziente ad una sede di ricovero, sia essa provinciale che extra provinciale.

Con una lettera rivolta ad ASST di PAVIA, il sindaco di Broni Antonio Riviezzi ringrazia sentitamente tutti coloro che si stanno spendendo per l'emergenza Coronavirus presso l'Ospedale Unificato di Broni-Stradella.

► testo integrale della lettera

In relazione ai prossimi trasferimenti delle attività dalla sede di ASST a Vigevano, v.le Montegrappa per lavori di riqualificazione, si invitano i cittadini a verificare gli aggiornamenti che settimanalmente saranno pubblicati sul sito aziendale e che riporteranno puntualmente le date degli spostamenti e la nuova ubicazione delle attività. Ci scusiamo per gli eventuali disagi

► Avvisi agli Utenti

ASST di Pavia ha il piacere di comunicare il ritorno del Dott. Alberto Chiara alla Direzione dell’U.O.C. Pediatria e Nido di Voghera.

In aggiunta alla nomina del Dott. Chiara, si evidenzia anche l'incarico affidato al Dott. Paolo Mirando, in qualità di Direttore Facente Funzioni del reparto di Urologia dell'Ospedale di Voghera.
Il Dott. Mirando sostituisce il Dott. Mario Mensi, in pensionamento dopo quasi 20 anni  trascorsi nell'Unità Operativa da lui diretta.

 

(per saperne di più)

Non per tutti gli studenti è facile proseguire gli studi e il percorso universitario; spesso si parla di crisi universitaria: “continuare o no gli studi, che fare?”.
Vivere un periodo difficile non significa essere degli incapaci o dei deboli, ma semplicemente dover risolvere e superare un'altra prova che la vita ci riserva nel nostro percorso, per poi uscirne ancora più forti.

Il gruppo è un'opportunità  in più per confrontarsi sulle difficoltà e risorse di questa fase della vita.
Il  gruppo di auto mutuo aiuto è aperto a tutti gli studenti universitari anche fuori sede che stanno vivendo un momento di difficoltà legato al percorso universitario.
Un gruppo di auto- aiuto è composto da persone che condividono la stessa esperienza e che, nel confronto paritario, vivono momenti di condivisione, sostenendo le loro competenze reciproche e  della loro rete.

(per saperne di più)

L’ASST di Pavia, nell'ambito delle iniziative e delle attività condotte in materia di trasparenza e degli interventi per la prevenzione ed il contrasto della corruzione, su proposta del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, deve predisporre ed adottare entro il 31/01/2020 il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (PTPCT) valido per il triennio 2020-2022.
Il Piano Nazionale Anticorruzione, approvato dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), prevede che le amministrazioni pubbliche, al fine di disegnare un'efficace strategia anticorruzione, realizzino forme di consultazione con il coinvolgimento dei cittadini e delle organizzazioni portatrici di interessi collettivi in occasione dell'elaborazione/aggiornamento del proprio Piano.
Il presente avviso è rivolto ai cittadini, a tutte le associazioni o altre forme di organizzazione portatrici di interessi collettivi, alle organizzazioni di categoria, alle organizzazioni sindacali, nonché ai dipendenti operanti nell’ambito dell’ASST di Pavia, al fine di consentire loro di formulare osservazioni finalizzate ad una migliore individuazione delle misure per prevenire la corruzione, di cui il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza terrà conto in sede di stesura del Piano.

(leggi tutto)

Il progetto LIFE Integrato PREPAIR mira a realizzare azioni nei territori del bacino del Po e della Slovenia, con lo scopo di migliorare la qualità dell’aria e rispettare pertanto quanto prescritto dalla Direttiva 2008/50/EC “per un’aria pulita in Europa”.

È scientificamente provato che la cattiva combustione delle biomasse legnose è tra le cause principali di inquinamento dell'aria, con inevitabili impatti negativi sull'ambiente, ma anche con conseguenze dannose per la salute dell'uomo.

 

(per saperne di più)

Il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l’Assessore al Welfare, Giulio Gallera, hanno comunicato in una nota di avere “stanziato 4 milioni di euro per aumentare, fino al 30 marzo prossimo, il numero dei posti letto negli ospedali lombardi e rispondere in modo adeguato alle patologie legate all'influenza e alle variazioni climatiche".

Le risorse sono state ripartite in proporzione al numero degli accessi avvenuti lo scorso anno.
 

(per saperne di più)

Mercoledì 11 dicembre, presso l'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Pavia, si è svolto l'evento formativo dal titolo "Si fa presto a dire infermieri! L'essenza dell'assistenza infermieristica nel XXI secolo", con il patrocinio di ASST Pavia.

Il tema identificato percorre quello che sarà nel 2020, come proclamato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, l'Anno Internazionale dell'infermiere e mostra quale apporto la professione stia profondendo per tutelare la salute dei cittadini. I relatori esperti hanno guidato i partecipanti al corso in una profonda riflessione sull'essenza dell'assistenza infermieristica e la "infungibilità" dell'infermiere, nell'accogliere i bisogni di salute delle persone sane e malate.

(per saperne di più)