News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

AIUTACI A CRESCERE: REGALACI UN LIBRO!

ASST Pavia esprime gratitudine alla Libreria Giunti di Parona Lomellina e a Intals S.p.A., per avere messo a disposizione dei piccoli del Reparto di Pediatria e Nido dell’Ospedale Civile di Vigevano quasi 400 libri, nell’ambito dell’iniziativa “Aiutaci a crescere, Regalaci un libro!”.

Il Direttore Generale ha ringraziato personalmente i donatori, in un incontro avvenuto mercoledì 1 febbraio, presso la Pediatria, alla presenza della Responsabile del Reparto, dott.ssa Lidia Decembrino.

Il dottor Marco Paternoster ha rimarcato l’importanza delle sinergie tra pubblico e privato, che rendono sempre migliore l’accoglienza dei piccoli pazienti e delle loro famiglie, nel nosocomio di Vigevano.

La dott.ssa Lidia Decembrino sottolinea come la lettura rappresenti un momento molto importante per i bimbi, perché favorisce l’interazione con i propri genitori, stimolando curiosità e crescita. La permanenza in Ospedale diventa così occasione di stimolo culturale, e anche di “stacco” da cellulari e tablet.

Federica Iavarone, della Giunti di Parona, ha ricordato l’importanza dell’iniziativa “Aiutaci a crescere, Regalaci un libro!”, che in tutta Italia promuove la lettura, fin dalla tenera età nelle scuole e nei reparti pediatrici, ricordando come in poco più di 10 anni siano stati raccolti libri per un valore superiore ai due milioni di euro.

Patrizia di Maio, di Intals S.pA, ha spiegato come a sinergia che si è creata con la Giunti, ha permesso all’Azienda di donare risorse per una causa che considerano davvero meritoria, e in grado di creare un grande valore aggiunto sul territorio in cui Intals opera.
 

 

CAMPAGNA NAZIONALE PER IL CUORE

La Fondazione per il Tuo cuore – HCF Onlus è l’Ente di ricerca della Cardiologia Ospedaliera ANMCO, riconosciuto dal Ministero della Salute e iscritto all’Anagrafe Nazionale della Ricerca. Un fiore all’occhiello nel panorama italiano ed europeo, in particolare nella ideazione e realizzazione di protocolli di ricerca clinica in ambito cardiovascolare, infatti ancora oggi le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte in Italia e nei paesi industrializzati.
La Fondazione oltre alla ricerca multicentrica, sia clinica che osservazionale, ha tra i propri obiettivi lo sviluppo di strategie innovative per la cura e la prevenzione personalizzata delle malattie cardiovascolari rivolgendosi a tutte le fasce di età della popolazione, con un approccio innovativo teso a curare il malato nella sua unicità e non solo la malattia. Soprattutto in ambito di prevenzione, tradizionalmente durante la settimana a cavallo di San Valentino realizza con successo l’iniziativa Cardiologie Aperte programmata per il 2023, da domenica 12 a domenica 19 febbraio.
Anche per questo anno la Cardiologia Ospedaliera italiana non ha voluto mancare di attuare questo evento, giunto alla sua 17ª edizione, appuntamento tanto corale quanto atteso dai cittadini e animato dai numerosissimi Cardiologi ANMCO presenti in tutte le Strutture Ospedaliere di Cardiologia.
La Fondazione ha attivato un numero verde dedicato ai cittadini che potranno chiamare nel periodo 12-19 febbraio, nelle fasce orarie dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00, per porre domande su problemi legati alle malattie del cuore alle quali risponderanno i Cardiologi delle Strutture aderenti a Cardiologie Aperte 2023 utilizzando un sistema messo a punto nella sede nazionale ove il personale di Segreteria trasferirà le singole telefonate in logica territoriale, ovvero collegando il paziente alla Cardiologia regionale a lui più vicina.
 

LOCANDINA DELL'EVENTO

 

 

GIORNATA CONTRO IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO

Le testate giornalistiche, i telegiornali, i social irrompono con notizie sulla violenza, ogni giorno. La violenza si esprime in tanti modi diversi: una rissa in un luogo pubblico, un uomo che picchia una donna o che la uccide, una ragazza che fa a botte con una coetanea; la miccia della violenza si innesca spesso per motivi futili.
Il terreno su cui, la violenza, trova il suo nutrimento è la difficoltà a riconoscere e gestire l'emozione della rabbia, dietro la quale c'è un’incapacità ad affermare in modo positivo il proprio volere.
Si impara da piccoli, all'interno delle nostre relazioni significative a riconoscere le emozioni e ad esprimerle. Non solo conosciamo le emozioni, ma apprendiamo anche il modo di rispondere agli eventi, osservando come i genitori, i fratelli, gli insegnanti, gli amici, gli allenatori etc. agiscono, nelle esperienze che vivono.
Ci costruiamo dei modelli di comportamento, e all'interno di tali modelli, strutturiamo anche l'idea di chi siamo noi, e di quello che proviamo di fronte a quello che ci accade.

A volte, alcuni meccanismi si inceppano: iniziamo a rispondere in modo impulsivo agli eventi. L'impulsività è alla base dei comportamenti violenti, di prevaricazione che sono i prodromi di quello che oggi va molto di moda tra i giovani: bullismo e cyberbullismo.
Ne sentiamo parlare da più parti. Insegnanti, genitori, studenti chiedono aiuto per affrontare queste situazioni.
Il fenomeno del bullismo/cyberbullismo è caratterizzato da azioni prepotenti, violente e intimidatorie (molestie verbali, aggressioni fisiche, forme di persecuzione, etc.) e/o da comportamenti di esclusione sociale, perpetrati intenzionalmente e ripetutamente, da un singolo o da più persone, su una vittima, anche online (cyberbullismo). È espressione di scarsa tolleranza, e di non accettazione verso chi è diverso per etnia, per religione, per caratteristiche psicofisiche, per genere, per identità di genere, per orientamento sessuale e per particolari realtà familiari. Il cyberbullismo, in particolare, si definisce come un insieme di azioni aggressive e intenzionali, di una singola persona o di un gruppo, realizzate mediante strumenti elettronici (sms, mms, foto, video, email, chat rooms, instant messaging, siti web, telefonate), il cui obiettivo è quello di provocare danni ad un coetaneo incapace di difendersi.
Secondo i dati della Sorveglianza HBSC Italia 2018, e l’indagine Istat del 2019 “Indagine conoscitiva su bullismo e cyberbullismo”, gli atti di bullismo subìti a scuola decrescono con l’età, in particolare la percentuale di soggetti che ha subìto prepotenze una o più volte al mese diminuisce al crescere dell’età passando dal 22,5% fra gli 11 e i 13 anni al 17,9% fra i 14 e i 17 anni.

Il bullismo riguarda entrambi i sessi, non solo i maschi. Secondo i dati dell’Indagine le ragazze presentano una percentuale di vittimizzazione superiore rispetto ai ragazzi: oltre il 55% delle giovani 11- 17enni è stata oggetto di prepotenze qualche volta nell’anno, mentre per il 20,9% le vessazioni hanno avuto almeno una cadenza mensile (contro, rispettivamente, il 49,9% e il 18,8% dei loro coetanei maschi). Il 9,9% delle ragazze ha subito atti di bullismo una o più volte a settimana, rispetto all’8,5% dei maschi.
Strettamente correlato al bullismo è il fenomeno della violenza domestica. I minori esposti a episodi di violenza familiare sono più propensi a esercitare forme attive di bullismo nei confronti dei compagni o a essere vittime di bullismo.
Il bullismo è difficilmente individuabile, perché fino al 50% delle vittime non ne parla con i genitori e fino al 60% non ne parla mai, oppure lo fa raramente, con gli insegnanti, per paura di possibili ripercussioni o per vergogna.

 

I Consultori Familiari dell’ASST di Pavia si impegnano quotidianamente contro il bullismo e i cyberbullismo, offrendo spazi di ascolto all'interno dei Consultori, ma anche entrando nelle scuole con attività di promozione della salute emotiva, attraverso lavori nelle classi di tipo preventivo.

Perché parliamo di prevenzione?
Prevenire significa arrivare prima che qualcosa di brutto accada e fare in modo che non accada. Questo è il lavoro che il Servizio Consultoriale ASST cerca di portare avanti e di offrire alla popolazione.
Ogni volta che sentiamo qualcuno in difficoltà o ci sentiamo noi in primis, prevaricati, usciamo dal silenzio e chiediamo aiuto.

Chiedere aiuto è uscire dalla paura e non sentirsi più soli, e i Consultori Familiari di ASST Pavia sono al vostro fianco.

CONTRIBUTO PER L'ACQUISTO DI SOSTITUTO DI LATTE MATERNO

CONTRIBUTI PER L’ACQUISTO DI SOSTITUTI DEL LATTE MATERNO

Con deliberazione n. XI/7665 del 28.12.2022, Regione Lombardia ha fornito le indicazioni operative per l’erogazione del contributo per l’acquisto di sostituti del latte materno (formule per lattanti) alle donne affette da condizioni patologiche che impediscono la pratica naturale dell’allattamento, ai sensi del D.M. Salute 31.08.2021. Le donne affette dalle condizioni patologiche indicate nell’allegato 1 al DM Salute 31.8.2021, che impediscono la pratica naturale dell’allattamento e con un ISEE ordinario non superiore a 30.000,00 euro annui, possono richiedere un contributo fino all’importo massimo annuo di € 400 per neonato, per il tempo necessario e comunque non oltre il sesto mese di vita del neonato – con riferimento alla spesa sostenuta per i nati dal 01 gennaio 2020 al 31 dicembre 2022 – per l’acquisto di sostituti del latte materno (formule per lattanti), qualora non sia possibile ricorrere alle banche del latte umano donato (BLUD).

PROCEDURA PER L’EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

Gli aventi diritto possono presentare la richiesta di contributo entro il 15 febbraio 2023 presso gli sportelli di ASST Pavia sotto indicati:

Distretto

Sede e Indirizzo

Servizio

Giorni e orari di accesso

TELEFONO

Distretto di Pavia

Pavia - V.le Indipendenza 3

Centro Servizi

Da lunedì a venerdì
8.30-13.00/13.30-15.30

 0382 1958464 / 0382 1958463

Distretto Alto e Basso Pavese

Casa di Comunità di Casorate (Largo Volontari del Sangue - 1)

Punto Unico di Accesso (PUA)

Mercoledì 9.00 - 12.30, 13.00 - 16.00
Venerdì  9.00 - 12.30

02-90040220

Distretto Lomellina

 Ospedale Civile di Vigevano (Corso Milano 19 - Vigevano)

Centro Servizi

dal lunedì al venerdì 9.00-12.30

0381 333525

Distretto Voghera – Oltrepo Comunità Montana

Voghera- Viale Repubblica 88

Centro Servizi

dal lunedì al venerdì
8.30-  12.30 /14.00 16.00

0383/695263

Distretto Broni- Casteggio

Casa di Comunità di Broni (Via Emilia 351 - Broni)

PUA (Punto Unico di Accesso)

lunedì - mercoledì - venerdì dalle 8:30 alle 12:30

0385 582162

 

La richiesta deve essere presentata su apposito modulo allegato e accompagnata dalla seguente documentazione:

 - certificazione della condizione materna patologica, come da facsimile allegato

- prescrizione della formula per lattante come da facsimile allegato *;

- ISEE ordinario relativo all’anno nel quale sono state sostenute le spese per le quali si sta richiedendo il contributo, non superiore a 30.000,00 euro annui;

 - giustificativi di spesa per i sostituti del latte materno acquistati in presenza delle condizioni che controindicano l'allattamento;

 

 - informazioni per l’erogazione del contributo (coordinate bancarie)

- Copia fronte/retro del documento di identità

 

*ove non fosse possibile allegare il modulo di prescrizione come da facsimile, si potrà allegare altra idonea documentazione rilasciata dai professionisti (neonatologo, Pediatra di Libera Scelta, medico di medicina generale, specialista), attestante la prescrizione all’utilizzo delle formule per lattanti.

Se i primi 6 mesi di vita del bambino sono a cavallo di due annualità dovranno essere presentate due richieste distinte, una per ogni anno di competenza della spesa.

L’ASST di Pavia effettua l’istruttoria sulle istanze pervenute e sulla relativa documentazione presentata a supporto e trasmette l’elenco delle richieste accoglibili  all’ATS di Pavia entro il 15 marzo 2023 per i successivi adempimenti, come previsto dalla DGR n. XI/7665 del 28.12.2022.

 

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileDGR7665_2022 - Contributi per sostituti latte materno
Scarica il fileDomanda per erogazione contributo
Scarica il fileFacsimile certificato patologia
Scarica il fileFacsimile scheda di prescrizione

APERTURE STRAORDINARIE DELLO SPORTELLO DI SCELTA E REVOCA – SEDE DI CASTEGGIO

ASST Pavia informa la cittadinanza che lo Sportello Territoriale di Scelta/Revoca del Medico di Medicina Generale, con sede in Casteggio, P.za Martiri della Libertà n. 8/C, effettuerà alcune aperture straordinarie, in occasione dei nuovi incarichi a tempo indeterminato assegnati ai Dott. Lorenzo Vigo e alla Dott.ssa Francesca Benetti.

Gli assistiti ora seguiti dai dottori Vigo e Benetti, in qualità di incaricati provvisori, dovranno infatti, in occasione dei nuovi incarichi a tempo indeterminato, procedere alla scelta del medico, rivolgendosi ad uno sportello di Scelta e Revoca dell’ASST di Pavia, o utilizzando la modalità online (https://www.asst-pavia.it/node/24982).

I giorni e gli orari delle aperture straordinarie sono i seguenti: 

-    mercoledì 1 febbraio: dalle 13.30 alle 15.30
-    giovedì 2 febbraio: dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 15.30
-    venerdì 3 febbraio: dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 15.30
-    lunedì 6 febbraio: dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 15.30
-    martedì 7 febbraio: dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 15.30
-    mercoledì 8 febbraio: dalle 13.30 alle 15.30
 

ASST PAVIA APRE UNO SPORTELLO TELEFONICO CONTRO IL GIOCO D'AZZARDO

Nell’ambito dell’attuazione del Piano Locale per il contrasto del Gioco d’Azzardo Patologico (GAP), l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Pavia, con la collaborazione di ATS Pavia, ha attivato lo Sportello telefonico rivolto ai giocatori patologici e ai loro familiari: un servizio che favorisce il primo contatto con i professionisti del Servizio Dipendenze, al fine di intervenire sulla patologia in modo efficace.

Gli accessi al Servizio Dipendenze dei giocatori patologici non rispecchiano quantitativamente l'entità del problema sul territorio pavese. Gli studi statistici confermano, proprio in questi anni di emergenza COVID un’impennata della dipendenza da giochi on line. I pochi accessi si possono spiegare con la difficoltà del giocatore nel chiedere aiuto e nel rivolgersi al SERD, conosciuto sul territorio come un servizio dedicato “solo” alle tossicodipendenze. 

Lo Sportello telefonico dedicato al gioco d'azzardo è stato ideato proprio per cercare di raggiungere il maggior numero possibile di persone, rendendo la richiesta d'aiuto più semplice e garantendo l’anonimato.

È possibile contattare lo Sportello al numero 3358413553, il lunedì e il venerdì, dalle 09.00 alle 11.00, e il sabato, dalle 9.00 alle 13.00.
È anche possibile utilizzare l’indirizzo email: info_gioco [at] asst-pavia.it

 

VOLANTINO DELL'INIZIATIVA

 

 

AVVISO DI CONSULTAZIONE PTPCT 2023-2025

Avviso di consultazione per l'aggiornamento del Piano triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza per il triennio 2023/2025 dell’ASST di Pavia.

L’ASST di Pavia, nell'ambito delle iniziative e delle attività condotte in materia di trasparenza e degli interventi per la prevenzione ed il contrasto della corruzione, su proposta del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, deve predisporre ed adottare entro il 31/01/2023 il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (PTPCT) valido per il triennio 2023-2025.
Il Piano Nazionale Anticorruzione, approvato dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), prevede che le amministrazioni pubbliche, al fine di disegnare un'efficace strategia anticorruzione, realizzino forme di consultazione con il coinvolgimento dei cittadini e delle organizzazioni portatrici di interessi collettivi in occasione dell'elaborazione/aggiornamento del proprio Piano.

Il presente avviso è rivolto ai cittadini, a tutte le associazioni o altre forme di organizzazione portatrici di interessi collettivi, alle organizzazioni di categoria, alle organizzazioni sindacali, nonché ai dipendenti operanti nell’ambito dell’ASST di Pavia, al fine di consentire loro di formulare osservazioni finalizzate ad una migliore individuazione delle misure per prevenire la corruzione,  di cui il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza terrà conto in sede di stesura del Piano.

Nell'intento di favorire il più ampio coinvolgimento, i suddetti stakeholders (portatori d'interesse) sono invitati a presentare i propri contributi attraverso il modulo allegato che, a pena di esclusione, dovrà essere compilato in tutte le sue parti e trasmesso, entro e non oltre il giorno 16 gennaio 2023, all’indirizzo Email  anticorruzione [at] asst-pavia.it.
Per meglio consentire l'apporto di contributi mirati, si ricorda che è pubblicato sul sito dell’Azienda, all’interno della sezione dell’Amministrazione Trasparente, bozza del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2023/2025 consultabile al seguente link.

Il Responsabile della  Prevenzione della Corruzione e della  Trasparenza 
Milena ARAMINI

 

ACCESSO ALLE STRUTTURE SANITARIE E SOCIOSANITARIE

Visto il quadro normativo in evoluzione, si conferma l'obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie per accedere alle strutture sanitarie e sociosanitarie di ASST Pavia.

Gli utenti/ accompagnatori sprovvisti di dispositivo di protezione delle vie aeree (mascherina chirurgica) potranno richiederlo alla Portineria del Presidio interessato.

Il Personale di ASST Pavia a contatto con i pazienti è tenuto, in ottemperanza all'attuale PROTOCOLLO CONDIVISO DI AGGIORNAMENTO DELLE MISURE PER IL CONTRASTO E IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS SARS-COV-2/COVID-19 NEGLI AMBIENTI DI LAVORO, ad indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2.

Gli stessi dispositivi dovranno essere indossati  in ambienti chiusi e condivisi da più lavoratori e in luoghi di lavoro dove non è possibile il distanziamento interpersonale di 1 metro.

Per il restante personale, non a contatto diretto con i pazienti, è fatto obbligo l'uso della mascherina chirurgica.

 

Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione

SS Attività di Prevenzione e Protezione Aziendale

Dott. Arch. Gian Carlo Scarpini

 

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA RISONANZA MAGNETICA ATTIVA PRESSO LA RADIOLOGIA DELL’OSPEDALE CIVILE DI VIGEVANO

Giovedì 29 dicembre, alle ore 10.00, presso la Sala Consiliare dell’Ospedale Civile di Vigevano, ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione della nuova Risonanza Magnetica in uso presso la Radiologia, alla presenza dell’Assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di Regione Lombardia, e del Direttore Generale di ASST Pavia, dott. Marco Paternoster.

La nuova apparecchiatura è In grado di effettuare esami avanzati, quali la risonanza della mammella e della prostata, e tutti gli esami cardiologici.

Nella medesima conferenza stampa sono state illustrate le funzioni del nuovo ecografo in uso presso il reparto medesimo, che vanta applicazioni esclusive per lo studio della tiroide (con intelligenza artificiale per la valutazione dei noduli), e permette inoltre di effettuare esami intraoperatori grazie ad una sonda specifica.

Il Direttore Generale di ASST Pavia, dott. Marco Paternoster, sottolinea come “l’acquisto di apparecchiature ad alta innovazione tecnologica ponga l’Azienda sempre più all’avanguardia, nelle nuove tecnologie in ambito sanitario”.

PRESENTAZIONE DELL'ORTOPANTOMOGRAFO 3D E DEL NUOVO AMBULATORIO SENOLOGICO

Martedì 27 dicembre, presso la Sala Consiliare dell’Ospedale Civile di Voghera, ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione dell’Ortopantomografo 3D “Cone Beam”, alla presenza dell’Assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di Regione Lombardia, e del Direttore Generale di ASST Pavia, dott. Marco Paternoster.

L’Ortopantomografo attivo presso la Radiologia dell’Ospedale di Voghera, permette di effettuare scansioni digitali 3D ad altissima risoluzione, sia del distretto maxillo-facciale che di tutto il cranio. Rispetto ad una TAC, offre una maggiore risoluzione, e una “dose”, in termini di radiazioni al paziente, inferiore.
Nelle strutture sanitarie della provincia, ad eccezione dell’Ospedale Civile di Vigevano (dove è stata acquistata una macchina identica), non esistono apparecchiature con lo stesso livello di prestazioni.

Nella medesima conferenza stampa sono state illustrate le attività del nuovo Ambulatorio Senologico, e del percorso diagnostico integrato ecografia-mammografico, con riferimento specifico alle funzioni del mammografo digitale con tomosintesi, in uso presso la struttura.

Il Direttore Generale di ASST Pavia, dott. Marco Paternoster, sottolinea come “l’Azienda, attraverso l’acquisto di nuove strumentazioni all’avanguardia, sia sempre più competitiva, nel garantire ai pazienti la migliore assistenza, tramite le più avanzate tecnologie”.

 

INAUGURAZIONE DELL'OSPEDALE DI COMUNITA' DI MEDE

L’Ospedale di Comunità (OdC) è una struttura sanitaria di ricovero che svolge una funzione intermedia, tra il domicilio ed il ricovero ospedaliero, a prevalente assistenza infermieristica, destinata a ricoveri brevi, per pazienti che hanno bisogno di interventi sanitari a bassa intensità di cura.
L’Ospedale di Comunità consente inoltre di facilitare il passaggio del paziente dalle strutture ospedaliere per acuti, al proprio domicilio, permettendo alle famiglie di avere il tempo necessario per adeguare l’ambiente domestico e renderlo più adatto alle esigenze di cura dei pazienti.
ASST Pavia ha inaugura a Mede, venerdì 16 dicembre, il primo Ospedale di Comunità della provincia di Pavia. Questo importante traguardo è stato raggiunto attraverso una procedura concorsuale mirata, per il reclutamento di infermieri; condizione necessaria in una struttura a prevalente assistenza infermieristica.
L’avvio dell’attività dell’OdC di Mede prevede l’attivazione di un modulo di 15 posti letto (ulteriori posti letto potranno essere implementati a seguito di lavori strutturali di adeguamento ai requisiti indicati nella DGR 6760/2022).
Il reparto è collocato al piano primo del Presidio Ospedaliero “San Martino” di Mede, con percorsi di accesso, all'esterno e all'interno della struttura, che consentono il passaggio agevole di letto, barella e ausili di mobilità per deambulazione, anche attraverso ascensori dedicati e dimensionati per il trasporto di letto/barella e accompagnatore
Nell’area di degenza viene garantito il rispetto della privacy dell'utente, ed un adeguato comfort di tipo alberghiero, compreso l'accesso ad utilities, quali connessione a internet nelle aree comuni e presa antenna TV in tutte le stanze dei pazienti e nel soggiorno
Le attività amministrative e di supporto all'attività di degenza (cucina, gestione biancheria, servizio mortuario), con i relativi locali/spazi, dedicati, vengono garantite in comune con l'Ospedale “San Martino” di Mede.
L’OdC sarà costituito da un’équipe multidisciplinare formata da medici, infermieri e OSS.
I destinatari della degenza presso l’OdC saranno prevalentemente soggetti cronici/fragili, con insorgenza/aggravamento di problematiche acute minori che non necessitano di ricovero in Ospedale o con patologie croniche riacutizzate che devono completare il processo di stabilizzazione clinica, con una valutazione diagnostica di risoluzione a breve termine, provenienti da domicilio (su indicazione del MMG o della UCA), dal Pronto Soccorso o dai presidi ospedalieri per acuti, in seguito a dimissione, quando per il paziente non sia possibile il rientro immediato al domicilio
Nelle more dell’attivazione della COT di riferimento, l’accesso potrà avvenire su segnalazione del MMG, del reparto di dimissione, del PS o dell’UCA, al Centro Servizi o alla Centrale di coordinamento degli IFeC.
 

GIOVEDI' 29 DICEMBRE: VACCINO SENZA PRENOTAZIONE PER GLI UNDER 18

Giovedì 29 dicembre, ASST Pavia organizza un Vax Day, dedicato alla somministrazione del vaccino antinfluenzale agli under 18.

L’accesso sarà libero, nelle seguenti sedi e orari:

•    Pavia, Casa di Comunità, Piazzale Golgi n.5, dalle ore 9.00 alle ore 16.00 (orario continuato);
•    Voghera, Centro Vaccinale Auser (via Famiglia Cignoli, n. 1), dalle ore 9.00 alle 16.00 (orario continuato);
•    Vigevano, Centro Vaccinale “Il Ducale” (viale Industria 225), dalle ore 9.00 alle ore 16.00 (orario continuato).
 

 

COSTITUZIONE DELLA CONFERENZA DEI SINDACI DI ASST PAVIA

Nella giornata di lunedì 28 novembre 2022, presso la Sala Palatucci della Questura di Pavia, è stata convocata la prima riunione della Conferenza dei Sindaci afferenti al territorio dell’ASST di Pavia, durante la quale, ha avuto luogo l’elezione delle cariche dell’organismo di rappresentanza.
Dopo l’apertura dei lavori da parte del Direttore Generale di ASST Pavia, dott. Marco Paternoster - che ha sottolineato l’importanza della Conferenza, i cui pareri contribuiscono alla rilevazione dei bisogni sanitari, sociosanitari e socioassistenziali della popolazione e alla definizione delle risposte più adeguate ai medesimi - si è proceduto alla votazione delle cariche di Presidente, Vice Presidente e dei tre membri del Consiglio di Rappresentanza.

Al termine delle votazioni, che si sono svolte online, sono risultati eletti:

Presidente: Ettore Gerosa, Sindaco di Mortara.
Vicepresidente: Antonio Riviezzi, Sindaco di Broni.
Consiglio di Rappresentanza: Andrea Itraloni (Sindaco di Copiano), Giorgio Guardamagna, (Sindaco di Mede), Francesco Maria Perotti (Sindaco di Dorno).
Collegio dei Sindaci di ATS: Simone Molinari (Sindaco di Garlasco), Fabio Roberto Zucca (Sindaco di Belgioioso), Virginio Anselmi (Sindaco di Pieve Porto Morone).

La Conferenza dei Sindaci è organismo rappresentativo delle autonomie locali, con funzioni di indirizzo e controllo sull'attività socio-sanitaria e di partecipazione alla programmazione di detta attività, composto dai sindaci dei comuni compresi nel territorio di ASST di Pavia.

La Conferenza dei Sindaci, ai sensi dell'art. 20, della L.R. n. 33/2009 e s.m.i. e del Regolamento allegato alla DGR n. XI/6762 del 25.7.2022, svolge le seguenti funzioni:
a) formula nell’ambito della programmazione territoriale dell’ASST di competenza, proposte per l’organizzazione della rete di offerta territoriale e dell’attività sociosanitaria e socioassistenziale, con l’espressione di un parere sulle linee guida per l’integrazione sociosanitaria e sociale; partecipa inoltre alla definizione dei piani sociosanitari territoriali; 
b) individua i sindaci o loro delegati, comunque appartenenti al Consiglio o alla Giunta comunale, che compongono il collegio dei sindaci; 
c) partecipa alla verifica dello stato di attuazione dei programmi e dei progetti di competenza delle ASST; 
d) promuove l’integrazione delle funzioni e delle prestazioni sociali con le funzioni e le prestazioni dell’offerta sanitaria e sociosanitaria, anche favorendo la costituzione tra i comuni di enti o soggetti aventi personalità giuridica; 
e) esprime il proprio parere sulla finalizzazione e sulla distribuzione territoriale delle risorse finanziarie; 
f) elegge al suo interno il consiglio di rappresentanza dei sindaci, di cui si avvale per l’esercizio delle sue funzioni;
g) propone al Direttore Generale il nominativo di persona qualificata, non dipendente dal servizio sanitario, per ricoprire il ruolo di responsabile dell'UPT; 
h) esprime parere obbligatorio sul piano di sviluppo del Polo Territoriale (PPT) predisposto dall’ASST che definisce la domanda di salute territoriale, la programmazione e progettazione dei servizi erogativi, assicurando l’integrazione delle funzioni e delle prestazioni sociali con quelle sanitarie e sociosanitarie distrettuali.

 

Inaugurazione Case di Comunità: Belgioioso, Casorate Primo e Pavia

Nella giornata di giovedì 24 novembre, l’ASST di Pavia ha inaugurato le Case di Comunità (CdC) di Casorate Primo, Pavia e Belgioioso.
Quella del 24 novembre è una tappa importante, all’interno di un ampio percorso tracciato dalla legge regionale 14 dicembre 2021, n. 22, che ha introdotto interventi di miglioramento dell’assetto organizzativo del sistema sanitario e sociosanitario lombardo, attraverso il potenziamento e la creazione di strutture e presidi territoriali, il rafforzamento dell’assistenza domiciliare, lo sviluppo della telemedicina e una più efficace integrazione con tutti i servizi socio-sanitari.
Le Case di Comunità costituiscono infatti un punto di riferimento continuativo per i cittadini, che possono accedere gratuitamente alle prestazioni sanitarie erogate. Si tratta di strutture polivalenti che garantiscono funzioni d’assistenza sanitaria primaria e attività di prevenzione.
All’interno di queste strutture, medici di medicina generale, pediatri, medici specialisti, infermieri di comunità e altri professionisti della salute (tecnici di laboratorio, ostetriche, psicologi, ecc.), opereranno in equipe, anche in raccordo con la rete delle farmacie territoriali.

Le Case della Comunità costituiscono il punto di riferimento continuativo per la popolazione. Qui è possibile trovare infatti il Punto unico di accesso (PUA), che garantisce accoglienza, informazione e orientamento al cittadino, e che opererà in stretto contatto con le Centrali operative territoriali (COT).
All’interno delle case di Comunità sono inoltre previsti: servizi prelievi e vaccinazioni, cure primarie e continuità assistenziale, servizi ambulatori specialistici, programmi di prevenzione e di promozione della salute, attività consultoriali e professionisti dei servizi sociali in raccordo con i Comuni.

Il commento del Direttore Generale di ATS Pavia, dott.ssa Lorella Cecconami: “Le case della Comunità saranno, a regime, un punto di accesso privilegiato per i cittadini e di risposta ai loro bisogni di assistenza socio-sanitaria di base, proprio attraverso l’integrazione di tutte le figure professionali che lavorano sul territorio di riferimento”.

Il Direttore Generale di ASST Pavia, dott. Marco Paternoster: “Il nuovo modello organizzativo valorizza la presa in carico dei cittadini, non solo dal punto di vista sanitario, bensì anche sociale”.

Il Direttore Generale della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, dott. Stefano Manfredi: “Oggi, grazie alla cooperazione con ATS e ASST Pavia, scriviamo una pagina importante nel raccordo tra territorio e strutture Ospedaliere, con l’obiettivo di rispondere tempestivamente ai bisogni dei cittadini”.

 

 

INFLUENZA STAGIONALE: VAX DAY 2022

Pavia, 24 novembre 2022 – Con l’arrivo delle basse temperature e l’aumento dei casi di malanni stagionali, l’ATS di Pavia rinnova l’appello – in particolar modo alle categorie più a rischio – a sottoporsi alla vaccinazione antinfluenzale, non solo perché aumentano notevolmente la probabilità di non contrarre la malattia, ma anche perché, in caso di sviluppo di sintomi influenzali, questi sono difficilmente seguiti da complicanze.

Per massimizzare la copertura vaccinale tra la popolazione l’ATS di Pavia, in concerto con l’ASST di Pavia e l’IRCCS San Matteo, ha organizzato vax day ad accesso libero e gratuito nei seguenti centri:

  • Broni, Casa di Comunitàsabato 3/12, dalle 09:00 alle 13:00 (SOLO ADULTI)
  • Vigevano, Centro Commerciale “Il Ducale”sabato 26/11 e sabato 3/12, dalle 09:00 alle 16:00 
  • Voghera, Centro Ausersabato 26/11 e sabato 3/12, dalle 09:00 alle 16:00
  • Pavia, IRCCS San Matteo (Padiglione 8) – sabato 3/12 dalle 08:00 alle 16:00 (SOLO ADULTI)
     

Raccomanda il direttore generale dell’ATS di Pavia Lorella Cecconami“Con l’aumento dei casi di influenza stagionale che stiamo registrando sul nostro territorio, rivolgo a tutta la popolazione un nuovo appello a sottoporsi alla vaccinazione. L’influenza è un virus troppo spesso sottovalutato e, in modo particolare per i soggetti più fragili, può avere serie conseguenze. Ricordo che in provincia di Pavia, così come a livello regionale, la somministrazione del vaccino antinfluenzale può essere effettuata dai Medici di Medicina Generale e dai Pediatri di Famiglia aderenti, nelle Farmacie e nei centri vaccinali appositamente attivati che, contestualmente offrono anche le vaccinazioni anti COVID-19, virus purtroppo ancora in circolazione”.

 

Tra i soggetti più a rischio di contrarre l’influenza anche i bambini. Dichiara il Dott. Gianluigi Marseglia, Direttore della Clinica Pediatrica dell’IRCCS San Matteo – “I bambini non sono esentati dal contrarre l’influenza ed anche in questa fascia di età si riscontrano potenziali e serie complicanze. Il vaccino è quindi indicato nei bambini e a questo proposito la Società Italiana di Pediatria ha lanciato una campagna conoscitiva per sensibilizzare le famiglie a rivolgersi al pediatra e vaccinare i propri figli”.

 

Al 22 novembre 2022, in Regione Lombardia, sono state somministrate 1.249.871 dosi di vaccino antinfluenzale così suddivise: l’8,83% nella fascia 0-11 anni, il 33,23% negli over 60, il 42% negli over 70 e il 45,35% negli over 80.

AVVISO PUBBLICO: PROCEDURA DI CONSULTAZIONE PER L'AGGIORNAMENTO DEL CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELL'ASST DI PAVIA

L’art. 54, comma 5 del D.Lgs. n. 165/2001 stabilisce che ciascuna amministrazione definisce il proprio Codice di Comportamento “con procedura aperta alla partecipazione”.

A tale scopo l’ASST di Pavia pubblica, con il presente avviso, la bozza del predetto Codice, con l'invito a presentare considerazioni e proposte di modificazione ed integrazione del Codice, che saranno valutate in sede di stesura definitiva del documento.
L’adozione del Codice di Comportamento rappresenta una delle “azioni e misure” principali di attuazione delle strategie di prevenzione della corruzione.

Pertanto, alla luce di quanto sopra,
ASST di PAVIA INVITA
tutti coloro che ne abbiano interesse, in particolare i cittadini, le organizzazioni sindacali rappresentative presenti all’interno dell’ASST, le associazioni rappresentate nel Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti che operano nel settore, nonché le associazioni o altre forme di organizzazioni rappresentative di particolari interessi e dei soggetti che operano nel settore e che fruiscono delle attività e dei servizi prestati dalla ASST di Pavia, ad inviare osservazioni e/o proposte che saranno vagliate, dal Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), in sede di aggiornamento del Codice di Comportamento che l'ASST di Pavia dovrà adottare.

Tutti i soggetti interessati possono inviare entro e non oltre il giorno 9 dicembre 2022 le considerazioni e le proposte di modificazione ed integrazione del Codice, al seguente indirizzo di posta elettronica: anticorruzione [at] asst-pavia.it 

SCARICA IL CODICE DI COMPORTAMENTO 

 

Il Responsabile Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza

Dott.ssa Milena Aramini

 

1 DICEMBRE: GIORNATA MONDIALE CONTRO L'AIDS

 

1° dicembre 2022 – Giornata mondiale contro l'AIDS

 

A PAVIA COUNSELING E TEST GRATUITI PER LA RICERCA DEL VIRUS DELL’HIV

 

Il prossimo 1° dicembre, l’ATS di Pavia aderisce alla Giornata mondiale contro l’AIDS, indetta nel 1998 durante il Summit mondiale dei Ministri della sanità sui programmi per la prevenzione e in seguito adottata da governi e associazioni di tutto il mondo, organizzando due giornate di counseling e testing gratuito della popolazione in collaborazione con ASST, Policlinico San Matteo e Università di Pavia. 

Giovedì 1° dicembre (9:00-13:00 e 14:00-15:30) presso la Casa di Comunità di Piazzale Golgi, 5 (Pavia) e venerdì 2 dicembre (9:00-13:00) presso la sede dell’ATS di Pavia in viale Indipendenza, 3, operatori formati di ATS saranno a disposizione per rispondere ad eventuali domande degli utenti e proporre l'effettuazione di un test rapido su sangue capillare per la ricerca dell'HIV. In caso di esito positivo, l'utente verrà invitato ad effettuare il test di conferma tramite prelievo venoso presso il Policlinico San Matteo, che provvederà all'eventuale prosecuzione del percorso diagnostico e/o terapeutico. 

Commenta la dott.ssa Lorella Cecconami, direttore generale dell’ATS di Pavia “Sono passati più di quarant’anni dalla scoperta dei primi casi di Aids nel 1981 e da allora sono stati fatti molti passi avanti sul piano della ricerca e delle cure e una diagnosi precoce può davvero fare la differenza. I due appuntamenti sono stati pensati con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione intera sul tema dell’HIV, ancora diffuso e presente, e invitare tutti coloro che abbiano avuto comportamenti potenzialmente a rischio, ad effettuare il test. L’Hiv si può diagnosticare in modo tempestivo e, sebbene non esista una cura che consenta la guarigione dall’infezione, ci sono terapie efficaci in grado di tenerla sotto controllo”.

L'accesso sarà libero e gratuito senza necessità di impegnativa, ma previa compilazione del consenso informato. 

Locandina dell'iniziativa

 

 

(H)-Open Week di Fondazione Onda a supporto delle donne vittime di violenza

Fondazione Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, lancia la seconda edizione dell’(H)-Open Week che si terrà dal 21 al 26 novembre con l’obiettivo di supportare coloro che sono vittime di violenza e incoraggiarle a rompere il silenzio, fornendo strumenti concreti e indirizzi a cui rivolgersi per chiedere aiuto. Gli oltre 170 ospedali del network Bollini Rosa e centri antiviolenza aderenti all’iniziativa offriranno gratuitamente alla popolazione femminile consulenze, visite, colloqui, info point, e materiale informativo.
Questa iniziativa si inserisce all’interno della campagna di comunicazione e sensibilizzazione “La violenza ha molti volti: nessuna maschera per combatterla”, ideata da Fondazione Onda con Nicla Vassallo nel corso del 2021 al fine di incoraggiare una presa in carico concreta di questo dramma da parte di Istituzioni, donne, uomini, media e società civile, nonché fornire alle donne degli strumenti concreti in loro aiuto. La campagna comprende testimonianze di accademiche, scienziate, sportive, fisici, psicologi e rappresentanti di Fondazioni e associazioni impegnate concretamente nella lotta alla violenza contro le donne. L’iniziativa prosegue nel 2022, forte anche della Medaglia della Presidenza della Repubblica ottenuta anche quest’anno.
“La violenza di genere è una grave emergenza sociale che necessita della massima attenzione e per prevenire e proteggere le vittime di violenza servono iniziative mirate per far sì che le donne chiedano aiuto da subito”, afferma Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda. “Attraverso questo (H)-Open Week vogliamo avvicinare le donne alla rete di servizi antiviolenza che dispongono di percorsi di accoglienza protetta e progetti di continuità assistenziale e di sostegno”.
Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e rappresenta un giorno significativo poiché agisce sulle vittime come effetto motivazionale nella ricerca di un supporto esterno, in questa settimana Fondazione Onda vuole dare un aiuto attivo per proteggere e supportare le donne in difficoltà.

I servizi offerti sono consultabili sul sito www.bollinirosa.it dove è possibile visualizzare l’elenco dei centri aderenti con indicazioni su date, orari e modalità di prenotazione. Per accedere al motore di ricerca basta cliccare sul banner “Consulta i servizi offerti” posto in Home Page.

L’ASST di Pavia aderisce all’iniziativa di Fondazione Onda, con le seguenti azioni:

1)    Organizzazione di due conferenze in presenza, presso gli istituti scolastici medi superiori del territorio provinciale che hanno aderito all’iniziativa, a cura della dott.ssa Cristina Domimagni, sui seguenti temi:

•    "Come individuare e contrastare la violenza di genere";
•    "Differenza di genere e stereotipi";
•    "Cenni alla normativa specifica di riferimento";
•    "Presentazione della rete dei servizi sociosanitari territoriali ed istituzionali preposti ed addetti sia all'accoglienza che alla presa in carico di situazioni a rischio e/o conclamate sulla Violenza di genere"

Gli incontri si terranno nelle giornate del 22 e 24 novembre, dalle 10.00 alle 12.00.

2)    Colloqui in presenza e/o telefonici con un Assistente sociale, presso i consultori aziendali, dal 21 al 25 novembre, dalle 8.30 alle 16.30.
L’Assistente sociale fornirà informazioni/consulenze sui vari tipi di violenza e sui sostegni e progetti di aiuto proposti dai Centri Antiviolenza, alle donne vittime di maltrattamenti.
Verrà inoltre effettuata una prima accoglienza nel caso in cui la persona avesse bisogno di essere ascoltata e di confrontarsi riguardo la sua esperienza. 
Scopo di questa iniziativa è incoraggiare le donne vittime di violenza a farsi aiutare e avvicinare loro o persone a loro vicine, alla rete dei servizi dedicati, fornendo loro accoglienza e supporto anche in anonimato.
Sia gli incontri in presenza che i colloqui telefonici, saranno ad accesso libero, estesi a chiunque desideri avere maggiori informazioni sulla Rete Antiviolenza, sia persone singole che piccoli gruppi, senza limite di durata.

In presenza:
c/o Consultorio Familiare ASST di Pavia, V. le Indipendenza, 5 – Piano Terra (stanza dedicata agli Assistenti Sociali)
c/o Consultorio Familiare ASST di Voghera, Via Repubblica, 88 (stanza dedicata agli Assistenti Sociali)
c/o Consultorio Familiare ASST di Vigevano, Via Sacchetti, 1 – Piano Terra (stanza dedicata agli Assistenti Sociali)

Telefonici:
0382 1958400   c/o Consultorio Familiare ASST di Pavia
0383 695286     c/o Consultorio Familiare ASST di Voghera
0381 333819     c/o Consultorio Familiare ASST di Vigevano 
 

Giornata Mondiale della Prematurità: 17 novembre

In Italia, il 7% dei nati nasce prematuramente; circa 30.000 ogni anno. Grazie alle cure di pediatri e infermieri i piccoli guerrieri riescono a superare tutte e difficoltà.  

Per celebrare la Giornata Mondiale della Prematurità l’ASST di Pavia, dove vengono assistiti late preterm, ha adottato l’opera che Ale Puro ha ideato. 
“Ale Puro per i prematuri”, simbolo della prematurità. Il cuore, che batte forte, simboleggia la grande forza d’animo, la voglia di vivere dei piccoli, l’affetto e la dolcezza con cui i genitori e il personale sanitario si prende cura di loro. 

L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prematurità di chi, anche se di poco, nasce prima, e dare voce alle famiglie dei piccoli pazienti, chiamati ad affrontare uno degli esami più difficili della vita, accanto ai loro piccoli. 

Ogni giorno gli operatori delle strutture ospedaliere lavorano per garantire il legame dei genitori con i piccoli prematuri, i migliori standard assistenziali, il follow up necessario per favorire un adeguato sviluppo neuro cognitivo e un futuro di salute. 

In diverse aree della città di Vigevano saranno distribuite le locandine con il “Prematuro di Ale Puro”. 

Anche quest’anno il Duomo di Vigevano si colorerà di viola, per celebrare la giornata. Le iniziative sono patrocinate dal Comune di Vigevano e dal Club Rotary Mede Vigevano.
 

CAMPAGNA VACCINALE ANTINFLUENZALE 2022/2023

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PRENOTA IL VACCINO ANTINFLUENZALE

 

L’ASST di Pavia comunica che, a far data dal 24 ottobre, è attivo il servizio vaccinale presso il Centro Commerciale “Il Ducale” (Viale Industria, 225, Vigevano). Le somministrazioni sono effettuate dal lunedì a venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 16.00. L’accesso è su appuntamento, ed è prenotabile tramite il portale regionale.

Prosegue l'attività vaccinale presso il Centro Auser di Voghera (Via Famiglia Cignoli, 1), dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 16.00.

 

Si ricorda che i centri vaccinali possono garantire, oltre alla somministrazione del vaccino antinfluenzale, anche di quello anti COVID-19, singolarmente, o in associazione

 

Tumore della prostata - Ogni momento è buono per la prevenzione

In Lombardia, tra la popolazione maschile, il cancro della prostata è il primo per incidenza con un tasso di 118,9 nuovi casi su 100.000 abitanti (pari a 5.950 casi). 

Novembre è il mese della prevenzione del tumore alla prostata. Per questo, nei weekend del 12 e 13 e del 19 e 20 novembre, Regione Lombardia mette a disposizione dei cittadini over 40 visite urologiche gratuite nelle principali strutture sanitarie del territorio.

► Le strutture coinvolte


 

HIKIKOMORI. CON I GIOVANI E PER I GIOVANI: PERCORSI DI SPERANZA PER AFFRONTARE IL RITIRO SOCIALE

La mattina di venerdì 18 novembre alle 11 presso il Teatro San Rocco di piazza Provenzal a Voghera si terrà il convegno: HIKIKOMORI. CON I GIOVANI E PER I GIOVANI: PERCORSI DI SPERANZA PER AFFRONTARE IL RITIRO SOCIALE.

Con Marco Crepaldi, fondatore dell’associazione “Hikikomori Italia” si conoscerà il fenomeno dei giovani che vivono una forte dimensione di ritiro sociale, in particolare quelli che vengono definiti Hikikomori e per capire come diventare davvero comunità educante capace di prendersi cura dei ragazzi, soprattutto dei più vulnerabili, ascoltandoli e dando loro spazio e voce.

Accanto a Marco Crepaldi e alle testimonianze di Anna Lovagnini, Professoressa del Liceo “G. Galilei” di Voghera, e di Elisa Lunardelli, volontaria in Servizio Civile Universale presso CSV Lombardia Sud anni 2021-2022, interverranno nella tavola rotonda la responsabile di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza di ASST Pavia sede di Voghera Giulia Castellani, Emma Ambrosini assistente sociale di ASST Pavia sede di Voghera e Concetta Rotelli assistente sociale del Centro “Paolo VI” di Casalnoceto.

 

L’incontro, gratuito, è rivolto a studenti di scuola superiore, insegnanti, operatori del settore, genitori e cittadini, Enti del Terzo Settore e istituzioni. 

E’ obbligatoria la prenotazione entro giovedì 17 novembre ore 17 a questo link 

Giornata Mondiale del Diabete, 14 novembre

Il 14 novembre si celebra la Giornata Mondiale del Diabete, istituita nel 1991 dall’International Diabetes Federation (IDF), la federazione internazionale delle associazioni diabetologiche di oltre 160 Paesi, e dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità, allo scopo di accrescere la consapevolezza mondiale sul diabete mellito, promuoverne la cura e la prevenzione, tutelando la salute di coloro che ne sono affetti.

L’IDF ha stabilito come tema centrale per il triennio 2021-2023 “Access to diabetes care”, l’accesso alle cure per tutti e subito. La terapia del diabete mellito si è arricchita negli anni di sistemi di cura molto efficaci, non solo nel controllo della glicemia, ma anche dei principali fattori di rischio cardio-nefro-metabolici associati al diabete e nella prevenzione delle complicanze acute e croniche della malattia.

Le persone affette da diabete trascorrono più del 95% del tempo a prendersi cura di sé e il supporto educazionale è fondamentale per migliorare l’aderenza alla cura, ridurre il carico delle complicanze acute e croniche e, soprattutto, prevenire la malattia nelle nuove generazioni, sempre più esposte per una serie di fattori sociali, economici e ambientali.

Quest’anno, per la Giornata Mondiale del Diabete l’IDF ha aggiunto al tema dell’accessibilità alle cure per tutti quello dell’ ”Education to protect tomorrow”, l’educazione sanitaria per prevenire il diabete e proteggere il futuro delle persone con diabete, per renderle capaci di auto-gestire in modo consapevole e adeguato la propria malattia, educandole a un corretto stile di vita, all’uso dei farmaci e delle tecnologie, che hanno rivoluzionato la terapia del diabete ma purtroppo non sono accessibili a tutti e dovrebbero diventarlo al più presto.

ASST Pavia si impegna a per dar voce e attuazione all’appello dell’IDF di aumentare la conoscenza di questa malattia cronica e invalidante, per prevenirla e per curarla, garantendo un accesso rapido e globale alle cure migliori con un supporto educativo costante, al fine di ridurre il peso sociale e soprattutto personale, per chi ne è affetto.

A tal proposito la UOSD di Medicina Generale ad indirizzo dietologico, che conta un team multispecialistico formato da Medici Endocrinologi, infermieri e dietiste con alta esperienza nella gestione dei pazienti affetti da diabete mellito  tipo 1, di tipo 2 e gestazionale, nella gestione delle nuove tecnologie per il diabete (microinfusori e monitoraggio glicemico) nello screening del piede diabetico e delle complicanze micro a macrovascolari, sarà presente in data 12 Novembre 2022 sul territorio ASST per effettuare attività di screening del rischio diabetologico e attività di sensibilizzazione circa le prevenzione e la cura del diabete mellito.

Per quanto attiene Vigevano, l'attività si svolgerà il 12 novembre, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, nella Piazza Ducale, con la presenza della dott.ssa Benedetta Masserini e della dott.ssa Benedetta Rivolta, le dietiste e il personale infermieristico.

A Varzi, si svolgerà sempre il 12 novembre, dalle ore 9.00 alle ore 16.00, presso La casa dei Servizi "Giovanni Azzaretti", in piazza della Fiera, alla presenza della dott.ssa Diletta Daffra, la dietista e il personale infermieristico.