News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

Ambulatorio per la profilassi del viaggiatore internazionale | Nuove modalità di pagamento

Profilassi viaggiatore internazionaleSi informa che a decorrere da lunedì 05 ottobre 2020 il pagamento delle prestazioni riferite alla profilassi del viaggiatore internazionale, dovrà essere effettuato presso lo Sportello n. 5 della sede ASST di Pavia V.le Indipendenza n.3, tramite carta di debito/carta di credito.
ll pagamento è richiesto a counseling effettuato, in quanto non è possibile definire anticipatamente quali e quante vaccinazioni saranno necessarie.
Resta invariata la sede di erogazione della prestazione presso il Centro Vaccinale di Pavia, V.le Indipendenza n. 5

Tutte le informazioni riguardanti la profilassi del viaggiatore internazionale, al seguente link: PROFILASSI DEL VIAGGIATORE INTERNAZIONALE

INAIL Aperture della sede di Pavia

InailSi informa che tutti i servizi della sede di Pavia sono regolarmente attivi e dal 28 settembre 2020 i servizi in presenza accessibili al pubbico avranno la seguente articolazione:
- sportello Sanitario: tutti i giorni dal lunedì al venerdì
- sportello Lavoratori: il lunedì e il mercoledì
- sportello Aziende: il giovedì
con orario esclsivamente mattutino dalle 09:00 alle 12:00. Per consentire la fruizione in sicurezza dei servizi l'ingresso in sede è consentito agli agli interssati esclusivamente per appuntamento da prendersi ai consueti recapiti esposti sul sito al link  INAIL Uffici Territoriali Lombardia.

SPAZIO ASCOLTO | Riattivazione del servizio dal 07.10.2020

A partire dal 07 ottobre 2020, ogni mercoledì, dalle ore 13.30 alle ore 16.30, ASST di Pavia offre ai cittadini lo Spazio Ascolto, uno sportello di counseling e sostegno psicologico dedicato ai giovani. Lo 'Spazio Ascolto' è aperto ai ragazzi dai 14 ai 20 anni, ai loro familiari e agli insegnanti che vogliano e sentano il bisogno di confrontarsi rispetto a situazioni che creano tensioni, preoccupazioni o conflitti, nel percorso evolutivo, affettivo e relazionale dei ragazzi. Il servizio è una possibilità e opportunità di ascolto, confronto e consulenza. È un luogo neutrale e protetto, per parlare delle difficoltà personali e relazionali che possono incidere sul benessere del giovane. Lo sportello è attivo presso l'Ospedale Civile di Voghera, entrata Via Barenghi, 22 - Palazzina Poliambulatorio, piano rialzato. Per prenotare un colloquio, contattare il numero 0383.695975 dalle 9.00 alle 16.00 e chiedere dello Sportello Ascolto
Link alla Locandina

FACCIAMO RETE: CORSI E PERCORSI CON IL CONSULTORIO FAMILIARE

Il Consultorio Familiare di Mortara e la Biblioteca “Civico.17” di Mortara, alla presenza delle autorità cittadine e della Direzione Strategica di ASST Pavia, inaugurano gli eventi formativi dedicati alle famiglie, agli operatori dei Servizi scolastici, sociali e culturali presenti in Città.

Tra le finalità degli incontri figurano la volontà di condividere le esperienze, valorizzare le conoscenze reciproche, far crescere la fiducia e la comunicazione tra i componenti della stessa comunità.  
Di primaria importanza sarà offrire alle persone l’occasione e il contesto per informarsi e acquisire competenze per pianificare possibili azioni, in un’ottica di “empowerment collettivo”.
Il tutto nella consapevolezza che il problema non consiste tanto nella mancanza di servizi o strutture, ma nella mancanza di informazione.

Gli eventi formativi saranno inaugurati martedì 22 settembre, a partire dalle ore 16.00, alla presenza del Direttore Socio-Sanitario di ASST Pavia, dott. Armando Gozzini.

 Interverranno gli operatori consultoriali, i volontari della Biblioteca e la popolazione di Mortara per condividere insieme questo cammino esperienziale.

 

► Programma degli eventi

Prelievo dei reni a scopo di trapianto - Ospedale Civile di Vigevano

Nella giornata di ieri nel Blocco operatorio dell'Ospedale di Vigevano è stato effettuato il prelievo dei reni a scopo di trapianto su di un soggetto deceduto nel reparto di Rianimazione.
Il prelievo di organi è stato eseguito seguendo la procedura di donazione a cuore fermo. Tale metodica, definita DCD 3 (Donation after Circulation Death), soprattutto nella sua configurazione di terzo tipo (secondo la classificazione di Maastrich) implica una particolare attenzione sia di tipo clinico-etico nella fase di individuazione del donatore che logistico-organizzativa nella fase di prelievo. I soggetti candidabili sono pazienti che non sono stati responsivi alle cure intensive e per i quali non vi sono margini di successo nella continuazione di provvedimenti di cura intensiva. La complessità organizzativa è data dal fatto che, nel momento in cui si certifica la morte con metodo elettrocardiografico (assenza di attività cardiaca testimoniata elettrocardiograficamente), nel soggetto che non ha espresso opposizione in vita (verificata nel data-base del Centro Nazionale Trapianti e/o testimoniata dagli aventi diritto) occorre immediatamente procedere alla perfusione con metodica di ossigenazione ed assistenza circolatoria extracorporea (ECMO) degli organi eleggibili a prelievo.
Nel nostro caso è stato necessario ottenere l'assistenza dell'ECMO Team di Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia che ha dato la sua competente ed indispensabile assistenza durante tutta la fase (dalla dichiarazione di morte al prelievo degli organi).
E' il secondo prelievo d'organi eseguito nella nostra Azienda con la metodica DCD 3 la cui applicazione non è certamente ancora la più diffusa in Italia.
E' doveroso sottolineare il ruolo fondamentale del Dott. Alberto Casazza (responsabile della UOS di Medicina delle Donazioni) sia nella fase di individuazione del donatore che nella regia delle operazioni di prelievo.
ASST di Pavia, nella persona del Dott. Livio Carnevale, ringrazia anche, oltre all'ECMO Team del "San Matteo" di Pavia, Il dott. Massimo Abelli  (responsabile della UO Trapianti di Rene del "San Matteo") che in collaborazione con i medici della UOC di Chirurgia Generale di Vigevano (Dott.ri Soldano e Bocchetti) ha eseguito il prelievo, la Direzione Sanitaria della nostra Azienda che ha garantito l'indispensabile collaborazione con Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, la dott.ssa Bona (direttore medico di Presidio di Vigevano) ed il suo team che hanno assistito passo a passo gli aspetti organizzativo-procedurali, i colleghi della Anatomia Patologica dell'Ospedale di Vigevano. Infine, il più grande ringraziamento ai tanti colleghi (operatori di supporto, infermieri e medici anestesisti-rianimatori) del reparto di Rianimazione e del Blocco Operatorio di Vigevano che, mettendo in campo le loro specifiche competenze ormai acquisite, hanno reso possibile la procedura.
Da Pavia questa mattina è stata confermata la buona funzionalità degli organi prelevati: il primo rene è in questo momento in fase di trapianto nello stesso Policlinico San Matteo ed il secondo è stato inviato all'Ospedale Niguarda.

17 SETTEMBRE | GIORNATA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE CURE E DELLA PERSONA ASSISTITA - OPERATORI SICURI, PAZIENTI SICURI

Il 17 settembre di ogni anno si celebra la "Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita", promossa dal Ministero della Salute, dalla Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, dall’Istituto superiore di sanità (ISS), dall’Agenzia italiana del farmaco (AIFA), dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitariregionali (AGENAS).
La data del 17 settembre coincide con la Giornata mondiale della sicurezza dei pazienti (World Patient Safety Day): promossa a livello internazionale dall'OMS prevede la realizzazione di iniziative di sensibilizzazione e la simbolica illuminazione in colore arancione di monumenti nazionali dei singoli Paesi aderenti. La Giornata mondiale serve ad evidenziare come la sicurezza dei pazienti sia una priorità di salute globale.

Quest’anno il tema della sicurezza delle cure assume un significato particolare nel contesto dell’epidemia COVID-19: l’emergenza ha messo in evidenza la necessità di promuovere nel Sistema Sanitario Nazionale una cultura positiva del rischio sanitario.
La pandemia di COVID-19 ha sottolineato il ruolo fondamentale che gli operatori sanitari hanno svolto e continuano svolgere a livello globale. La sicurezza degli operatori sanitari è pertanto da considerarsi come una priorità anche nella prospettiva della sicurezza dei pazienti.
In coerenza con queste indicazioni, Regione Lombardia ha voluto realizzare un  video informativo  per sensibilizzare i cittadini sul tema della sicurezza delle cure e sulla necessità di favorire un ambiente di lavoro sicuro per gli operatori sanitari come prerequisito per garantire la sicurezza dei pazienti, che sarà reso pubblico sul sito ufficiale di Regione Lombardia nella giornata del 17 settembre.
ASST Pavia ricorda che la gestione del rischio clinico in sanità (clinical risk management) rappresenta l’insieme delle azioni messe in atto per migliorare la qualità delle prestazioni sanitarie e garantire la sicurezza dei pazienti.
La sicurezza in sanità è il risultato di una strategia integrata e coordinata tra professionisti della salute di diversa estrazione che vede al centro la persona e l’esito delle attività a essa rivolte. Nella gestione del rischio clinico vengono sviluppati piani di risk management che rispondono alle linee operative regionali con le principali strategie da seguire ogni anno. La figura del Risk Manager è prevista anche all’interno di ASST Pavia, e coordina le iniziative di risk management in staff alle direzioni strategiche. L’attività di Risk Management richiede una “cultura del rischio” diffusa a tutti i livelli in un’ottica di approccio non colpevolizzante ma orientato all’imparare dall’errore per migliorare la qualità e la sicurezza dell’assistenza.
Questo sistema organizzativo richiede però soprattutto un patto con i cittadini nel rispetto delle regole e dei comportamenti da adottare, per far sì che diventino parte attiva e si rendano responsabili anch’essi nel concorrere in una sanità più sicura.

Unificazione reparti Riabilitazione - Mede

Da Mercoledì 16 settembre 2020 si procede all'unificazione delle due UU.OO. di Riabilitazione di Mede presso la U.O. Riabilitazione Specialistica con n. 12 posti letto totali suddivisi come segue:
 

  • 10 letti di Riabilitazione Specialistica
  •  2 letti di Riabilitazione Generale Geriatrica.

OSPEDALE UNIFICATO DI BRONI-STRADELLA | PRESENTAZIONE DELLA NUOVA TECNOLOGIA ECOGRAFICA 4D

Martedì 15 settembre, presso la Sala Riunioni dell’Ospedale Unificato Broni-Stradella, alla presenza del Direttore Generale di ASST, dott. Michele Brait, ha avuto luogo la presentazione del nuovo Ecografo Voluson E6, che potenzia la dotazione della Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale medesimo.

L’Ecografo Voluson E6, prodotto dalla General Electric Healthcare, abbina una tecnologia avanzata di sonde con un’innovativa architettura hardware e software. Infatti, la piattaforma e le sonde operano in sinergia, elaborando dataset da punti diversi e in tempo reale, per fornire un’eccezionale qualità d’immagine e garantire velocità e potenza elevate.Il sistema memorizza un certo numero di sezioni ed effettua il cosiddetto “rendering“, che consente di ottenere un’immagine tridimensionale estremamente accurata. 
Punto di forza del Voluson E6 è l’ecografia 4D per la quale vengono utilizzate delle sonde volumetriche, che sono in grado di acquisire 25-30 fotogrammi al secondo senza movimento della sonda; ne consegue una visualizzazione in movimento ed in tempo reale dell’immagine tridimensionale. 
Il nuovo ecografo presenta un design ergonomico, che aiuta a semplificare l'interazione degli utenti con il sistema e garantisce un comfort ottimale durante la scansione. Inoltre, è stato riconosciuto per il suo design responsabile dal punto di vista ambientale e per essere tra i sistemi ad ultrasuoni più efficienti e più puliti nell’industria. 

L’Unità Operativa di Ginecologia ed Ostetricia, dove la nuova tecnologia ecografica entrerà in dotazione, fornisce assistenza ostetrica e ginecologica in regime di ricovero ordinario, di Day Hospital e ambulatoriale; svolge, inoltre, attività ostetrica con particolare sviluppo della diagnosi prenatale e attento monitoraggio della gravidanza sia essa fisiologica che a rischio.
Il servizio di ecografia risponde alle esigenze di diagnosi ginecologica e prenatale seguendo le principali linee guida. Per la diagnosi prenatale vengono effettuati: test combinati (bitest), villocentesi, amniocentesi ed ecografia tridimensionale; per quanto riguarda l'ecografia ginecologica vengono anche eseguite sonoisterografie ed ecografie tridimensionali per lo studio delle malformazioni uterine.
L’intervento di acquizione si inserisce in un programma di rinnovamento e potenziamento della diagnostica per immagini presso l’Ospedale di Stradella, che è iniziato nei mesi scorsi con l’acquisto di un nuovo apparecchio portatile digitale per le radiografie al letto del paziente, ha visto l’installazione di una nuova TAC 32 strati, e proseguirà, a breve, con l’arrivo di un nuovo mammografo.

IX CONGRESSO NAZIONALE B&M NUTRIZIONE & NEURODEGENERAZIONE

Lo scorso 10 settembre si è tenuto a Milano il IX Congresso Nazionale B&M NUTRIZIONE & NEURODEGENERAZIONE, che si pone l'obiettivo di aggiornare i professionisti sulle principali tematiche innovative in ambito nutrizionale. All'interno del Congresso si è svolto il Concorso Giovani & Ricerca e i due lavori originali elaborati dalle Dottoresse Manuela Cimorelli, Elisa Pisocri e Benedetta Rivolta della U.O.S.D. di Medicina Generale a Indirizzo Dietologico dal titolo "Vitto ospedaliero e Covid-19. Esperienza presso ASST Pavia - Presidio Lomellina" e "Acido alfa lipoico e l'ipoglicemia che non ti aspetti" sono stati selezionati e premiati dal comitato scientifico.

PROGETTO SMACY - SMART IN THE CITY

Nell’ambito del Piano Territoriale di Conciliazione famiglia-lavoro 2020-2023, a valere sul Bando ATS Pavia, nasce il progetto Smart in the city – acronimo SMACY con il contributo di Regione Lombardia.
I soggetti coinvolti sono molto radicati sul territorio, ognuno per le proprie competenze: due Enti di Formazione, Fondazione Le Vele e Fondazione Clerici e due enti pubblici, Comune di Pavia e ASST
Pavia
.
L’iniziativa finanziata da Regione Lombardia a supporto degli interventi di conciliazione famiglialavoro, si articola su due assi principali di intervento, ovvero:

  • l’implementazione di un piano di smart-working all’interno dell’organizzazione lavorativa dei partner di progetto;
  • il rafforzamento dei servizi online (prenotazioni e pagamenti), offerti da Comune di Pavia e ASST Pavia al fine di aumentare il numero di utilizzatori di tali servizi.

Lo scopo del progetto, oltre ad offrire prestazioni ed opportunità utili per i lavoratori e i cittadini, mira ad un cambiamento culturale e di approccio nella direzione della conciliazione vita-lavoro perché, sia il lavoro agile, sia l’opportunità di usufruire di servizi online, sono due modalità funzionali ad un cambiamento orientato verso l’introduzione dell’innovazione nel quotidiano e di flessibilità di orari e tempi.

Il progetto prevede la realizzazione di attività rivolte ai cittadini, ai dipendenti e ai Dirigenti della P.A. e dei due Enti di Formazione.

  • sperimentazione di un piano di smart-working presso l’organizzazione dei 4 partner. I destinatari verranno formati e dotati di strumentazione tecnologica. Sono previste 50/55 postazioni di smart-working (20 per il Comune di Pavia, 20 per ASST, 4/5 per Fondazione Clerici e 5 per Fondazione Le Vele);
  • implementazione della fruizione dei servizi online, potenziando le postazioni informatiche presso le sedi del Comune di Pavia e ASST Pavia con la presenza di un tutor a supporto;
  • corsi di alfabetizzazione informatica sui servizi online destinati agli over 65enni.

Le attività progettuali si svilupperanno fino maggio 2023, il cui piano ha un valore complessivo di € 46.768,34 ed è stato finanziato da Regione Lombardia per una cifra pari a € 19.800.

 

 

Casorate Primo | Unificazione reparti di Riabilitazione

Si comunica che, a far data da Venerdì 11 settembre 2020, ASST di Pavia procede all'unificazione delle due U.O. di Riabilitazione di Casorate Primo presso la U.O. Riabilitazione Pneumologia,  con n. 18 posti letto totali suddivisi come segue:
 

  • 9 letti di Riabilitazione Specialistica
  • 9 letti di Riabilitazione Generale Geriatrica.

Ripresa dell'attività di ricovero presso il Presidio Ospedaliero di Broni-Stradella

Si comunica la ripresa dell'attività di ricovero presso il Presidio Ospedaliero di Broni-Stradella.

Questa la cronologia delle azioni che avranno luogo nella prossima settimana: 
 
Area di ricovero internistica
dal 14 settembre, ripristino al 100% dell’offerta di ricovero della U.O. di Medicina Interna con ampliamento della disponibilità dei p.l. da 32 a 42 unità.

 Area di ricovero Riabilitativa
dal 14 settembre, ripristino al 100% dell’offerta di ricovero della U.O. di Riabilitazione con ampliamento della disponibilità dei p.l. da 20 a 25 unità.

 Area di ricovero di Chirurgia multispecialistica

  •  dal 9 settembre , è stato riattivato il Servizio di Prericovero centralizzato. L’attività di prericovero ha luogo tutti i giorni feriali dalle ore 8.00 alle ore 14.00 circa. Contestualmente, presso il Prericovero centralizzato, vengono effettuati i tamponi rinofaringei e gli esami ematochimici relativamente ai pazienti in lista operatoria nelle 48-72 ore successive.
  • dal 15 settembre, riattivazione della attività chirurgica di elezione con n.4 sedute settimanali, dal martedì al venerdì, e conferma della seduta di chirurgia minore dell’Ortopedia del lunedì. Le sedute sono state assegnate alle UU.OO. di Chirurgia Generale, Ortopedia e Ginecologia in aderenza alle priorità cliniche ed alle liste di attesa in essere. Viene inoltre garantita la chirurgia in emergenza-urgenza di Chirurgia Generale, Ortopedia e Traumatologia e Ginecologia.
  • Dal 15 settembre, attivazione di 20 posti letto di Chirurgia multispecialistica a disposizione delle UU.OO. di Chirurgia Generale, Ortopedia e Ginecologia. I pazienti in elezione provenienti dal Prericovero, con esito del tampone rinofaringeo negativo, saranno ricoverati presso l’emiala del reparto di Ortopedia, mentre i pazienti provenienti dal Pronto Soccorso, in attesa dell’esito del tampone rinofaringeo, saranno ricoverati presso l’emiala del reparto di Chirurgia. In quest’ultimo caso i pazienti saranno ricoverati in stanza singola sino al riscontro dell’esito del tampone rinofaringeo negativo.

Allo stato attuale, e sino a nuova comunicazione, nulla varia rispetto al Punto Nascita la cui struttura di ricovero di riferimento permane l’Hub di Voghera.
Per i ricoveri da Pronto Soccorso, si rammenta che, compatibilmente alla disponibilità quotidiana, è possibile usufruire della diagnostica rapida per il tampone rinofaringeo contattando direttamente il Laboratorio d’Analisi di Voghera.

OSPEDALE UNIFICATO DI BRONI-STRADELLA | PRESENTAZIONE NUOVA TAC SOMATOM SCOPE POWER - 32 STRATI

Mercoledì 9 settembre, alle ore 15.30, presso la Sala Riunioni dell’Ospedale Unificato Broni-Stradella, alla presenza del Direttore Generale di ASST, dott. Michele Brait, ha avuto luogo la presentazione della nuova TAC, che entra nella dotazione della Radiologia dell’Ospedale medesimo.
Il tomografo Somatom Scope Power, prodotto da Siemens, sostituisce un precedente modello a 16 strati, in servizio dal 2008. La nuova strumentazione consiste in un tomografia 32 strati, in grado di acquisire, in un’unica rotazione, 32 immagini (il doppio della strumentazione precedente) riferite ad altrettante “fette” del corpo, con una risoluzione, cioè uno spessore dello strato, pari a 0,6 mm.

Con questo nuovo tomografo è possibile eseguire la quasi totalità degli esami che vengono effettuati su tomografi con un numero superiore di strati; nello specifico, tutti gli esami (muscolo-scheletrici, addome, encefalo, oncologici, dentali), salvo quelli cardiologici, che necessitano di un numero elevato di “fette”, e che sono comunque garantiti, per l’ASST Pavia, dalle TAC di Voghera e Vigevano.
Rispetto al tomografo precedentemente utilizzato, questo modello è in grado di offrire una migliore risoluzione, un tempo di acquisizione più ridotto e, soprattutto, una riduzione della quantità di radiazioni al paziente fino all’80%, pur mantenendo una qualità diagnostica elevata; questo rilevante miglioramento è ottenuto grazie alla disponibilità di uno dei sistemi più avanzati sul mercato per la riduzione della dose, che tramite un algoritmo (detto “iterativo”) aumenta la qualità delle immagini ottenute a bassa dose.

L’intervento di sostituzione si inserisce in un programma di rinnovamento e potenziamento della diagnostica per immagini presso l’Ospedale di Stradella, che è iniziato nei mesi scorsi con l’acquisto di un nuovo apparecchio portatile digitale per le radiografie al letto del paziente e proseguirà, a breve, con l’arrivo di un nuovo mammografo.

LOCKDOWN - VIGEVANO, IMMAGINI DELLA PANDEMIA

 

Lunedì 7 settembre, presso la Sala Consiliare dell'Ospedale Civile di Vigevano, è stato presentato il libro di Josè Lattari, dal titolo: " Lockdown -  Vigevano, Immagini della Pandemia" in cui vengono immortalati i momenti e le azioni dei protagonisti di questo periodo, evidenziando il loro lavoro, la generosità e lo spirito di sacrificio profusi.
Il volume è in vendita presso le edicole di Vigevano e i proventi verranno destinati al contrasto dell'emergenza COVID-19.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

OSPEDALE DI BRONI-STRADELLA | CONFERIMENTO CIVICA BENEMERENZA 2020 - CITTÀ DI STRADELLA

Nella giornata di sabato 5 settembre, il Comune di Stradella, nella persona del Sindaco dott. Alessandro Cantù, ha provveduto a consegnare la Civica Benemerenza 2020 al personale del Presidio Ospedaliero Broni-Stradella, alla presenza del Direttore Generale di ASST di Pavia, dott. Michele Brait.

La “laudatio” a supporto del prestigioso conferimento recita:

“per l’encomiabile e disinteressato servizio sanitario prestato ai cittadini nel grave frangente dell’epidemia da Covid-19, per il profondo senso di abnegazione dell’attività sanitaria profuso a rischio della propria vita per assistere e curare la salute della cittadinanza e alleviare le sofferenze del fisico e dello spirito”.

La comunità stradellina, anche nel periodo dell’emergenza, ha dimostrato di essere unita e collaborante con l’Amministrazione Comunale, che ha prontamente attivato tutte le procedure necessarie ed opportune per tutelare e garantire la salute di tutti i cittadini.
Questo spirito di unione e collaborazione è arrivato, forte, anche dalla struttura ospedaliera di Asst Pavia che opera a Stradella e la benemerenza conferita rende onore e merito a coloro i quali hanno operato in prima linea, con tenacia e impegno, nella lotta contro questo nuovo inaspettato nemico.
La Direzione di Asst Pavia ringrazia sentitamente l’Amministrazione Comunale di Stradella e auspica che tutte le sinergie messe in campo nel periodo peggiore appena concluso, siano servite a rafforzare il legame tra l’Ospedale ed il territorio.

 

 

 

CONFERIMENTO CIVICA BENEMERENZA SAN CONTARDO - COMUNE DI BRONI

Giovedì 3 agosto si è svolta la cerimonia di conferimento della Civica Benemerenza di San Contardo da parte del Comune di Broni, con la consegna della medaglia d'oro al personale sanitario dell'Ospedale unificato di Broni-Stradella per il sacrificio e l’impegno profuso durante il periodo della pandemia da COVID-19.
Alla cerimonia hanno partecipato il Direttore Generale di ASST di Pavia, dott. Michele Brait, il Direttore Generale di ATS Pavia, dott.ssa Mara Azzi, e i rappresentanti di medici e infermieri.

 

 

 

 

ABOLIZIONE DEL SUPER TICKET PER LE PRESTAZIONI DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE

Il comma 446 della Legge 160/2019 prevede l’abolizione, a decorrere dal prossimo 1° settembre, del cosiddetto “super ticket”,  indipendentemente dalla data di prescrizione dell'impegnativa, con la finalità di promuovere maggiore equità all’accesso alle cure, sul territorio nazionale. L’abolizione del superticket pagato per le prestazioni sanitarie è pertanto contenuta nella Legge di Bilancio 2020, e rientra in un pacchetto di misure adottate in ambito sanitario.
Il super ticket sanitario è stato introdotto dalla Legge 296/2006 e prevedeva il versamento di una quota di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie di assistenza specialistica ambulatoriale pari a euro 10,00 (la c.d. “quota ricetta”). Tale importo era dovuto, si ricorda, dai cittadini non esenti, ed è stato nel tempo applicato in modalità diverse da Regione a Regione. In seguito alla Legge Finanziaria 2011, Regione Lombardia ha introdotto la quota di super ticket calcolata in modo proporzionale al costo delle prestazioni contenute nell'impegnativa.   
Con l’approvazione della legge regionale n. 24 del 30 dicembre 2019 “Legge di stabilità 2020 - 2022”, e successiva delibera, Regione Lombardia ha previsto il taglio del super ticket con un anticipo di 6 mesi rispetto a quanto previsto dalla “Legge di bilancio 2020-2022” a livello nazionale.
La DGR n. 2797 del 31/01/2020, nel dare attuazione all’art. 12 della L.R. n. 24/2019, ha precisato che tali disposizioni decorrevano a partire dalle prestazioni prenotate dal 1 marzo 2020.

Conseguentemente:
- a decorrere dal 1 marzo 2020, è stato abolito il c.d. super ticket per le prenotazioni di prestazioni di specialistica ambulatoriale, per i lombardi;
- a decorrere dal 1 settembre 2020 è abolito il c.d. super ticket per le prestazioni di specialistica ambulatoriale erogate, a livello nazionale (anche per i non lombardi).

Variazione assetto della disponibilità dei posti letto Oltrepò per emergenza Coronavirus

In considerazione dell'andamento della curva dei ricoveri dei pazienti affetti da Coronavirus presso l’Ospedale di Voghera e dalla contestuale necessità di ampliare la capacità recettiva per i pazienti possibilmente COVID FREE di area internistica, si comunica, dalle ore 08.00 di martedì 25 agosto, l’ulteriore accorpamento dei reparti COVID con contemporanea riattivazione del secondo settore di Medicina Interna, secondo il seguente schema:
n.15 posti letto per pazienti COVID FREE, presso il settore 2 della UOC Medicina Interna;
n.15 posti letto per pazienti COVID/probabilmente COVID presso il settore 1 della UOC Medicina Interna 

La dotazione complessiva di posti letto per pazienti COVID/GRIGI presso l’ospedale di Voghera risulta quindi essere di 15 unità.

In base all'evoluzione della curva epidemiologica che si osserverà nelle prossime settimane, si potrà procedere alla valutazione su un ulteriore progressivo ampliamento della dotazione di posti letto, possibilmente COVID FREE, di area internistica presso il settore 2 della UOC Medicina Interna.

 

 

Esecuzione di test sierologici per la ricerca di anticorpi anti-sars-cov-2 in regime di solvenza

Si rende noto che a partire dalla data 03/08/2020 è disponibile, presso la UOC Laboratorio Analisi del Dipartimento di Patologia Clinica ASST Pavia, il test sierologico per la ricerca degli Anticorpi anti-SARS-Cov-2 .

INFORMATIVA E FINALITÀ DEL TEST
    • Questo tipo di indagine non ha una finalità di tipo diagnostico; al momento attuale, non emergono indicazioni per l’utilizzo dei test sierologici per finalità diagnostiche o prognostiche nei contesti occupazionali, nè tantomeno per determinare l’idoneità del singolo lavoratore.
    • Si ricorda che i test sierologici, secondo le indicazioni dell’OMS, non possono sostituire il test diagnostico molecolare su tampone.
    • Solo l’esecuzione di un tampone per la ricerca del RNA virale può diagnosticare, in quel preciso momento, l’infezione da SARS-CoV-2 nel soggetto; la positività alla ricerca degli anticorpi non indica ancora la certezza di protezione immunologica verso infezione da SARS-CoV-2.

INTERPRETAZIONE DEL TEST SIEROLOGICO
    • Risultato positivo: indica che si è entrati in contatto con il virus ma non dà garanzia di protezione immunologica dall’infezione, non indica se un soggetto è protetto e per quanto tempo o se il soggetto è guarito e, pertanto, se può essere ancora contagioso.
    • Risultato negativo: può avere diversi significati - il soggetto non è stato infettato da SARS-CoV-2, oppure è stato infettato molto recentemente (meno di 8-10 giorni prima) e non ha ancora sviluppato la risposta anticorpale al virus, oppure è stato infettato ma il titolo di anticorpi che ha sviluppato è, al momento dell’esecuzione del test, al di sotto del livello di rilevazione del test, per tanto il soggetto può essere contagioso.

NOTA PER CHI SI SOTTOPONE AL TEST SIEROLOGICO 
I soggetti che volessero eseguire il test sierologico, per verificare se abbiano avuto un contatto col virus SARS-Cov-2 responsabile della sindrome da Covid-19, devono:
    • accedere ad una struttura accreditata dal SSN che possieda tutti i requisiti, gli strumenti e la metodologia (CLIA o ELISA) per eseguire il test come da disposizioni ministeriali;
    • firmare il consenso informato al prelievo ematico al fine di poter eseguire il test sierologico;
    • essere consapevoli che se il risultato del test deponesse per una positività all’esposizione del virus SARS-Cov-2 dovranno entrare in un programma di counseling, governato dai propri Medici di Medicina Generale (MMG) e dovranno sottoporsi in tempi rapidi alla esecuzione del test molecolare (Tampone oro-rino-faringeo) a conferma o meno di una presunta contagiosità o stato di malattia.

COME ACCEDERE AL TEST SIEROLOGICO
Si può accedere al prelievo ematico per la ricerca degli anticorpi specifici contro il virus SARS-Cov-2 previa prenotazione telefonica presso i punti prelievi dei laboratori analisi afferenti alla ASST di Pavia.

Il costo del test sierologico in regime di solvenza è di 18 € comprensivo del prelievo ematico.

Per informazioni: 
UOC Laboratorio Analisi Chimico Cliniche e Microbiologia
Ospedale Civile di Vigevano – ASST Pavia , tel. 0381/333364

 

► Informativa e Consenso

COVID-19 | DISPOSIZIONI PER CHI FA INGRESSO IN ITALIA

Ai sensi del DPCM 7 agosto 2020 e del DM 12.8.2020 non sono soggetti ad alcuna limitazione gli spostamenti da e per i seguenti Stati:

a) Città del Vaticano e Repubblica di San Marino 

b) Stati membri dell’Unione Europea ad eccezione di Croazia, Grecia, Malta, Spagna, Romania e Bulgaria (ordinanza del Ministro della salute del 24.7.2020)

c) Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord;

Restano vietati gli spostamenti da e per Stati e territori diversi da quelli citati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
Tutte le persone fisiche che rientrano da Paesi diversi da quelli citati, sono obbligate a comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia e sono sottoposte alla sorveglianza sanitaria e all'isolamento fiduciario per un periodo di 14 giorni.

Per dare la comunicazione al Dipartimento di Prevenzione e Igiene Sanitaria di ATS Pavia, collegati QUI e compila il modulo con i dati richiesti.

In relazione all’Ordinanza del Ministero della Sanità del 12/08:  “Misure urgenti di coordinamento dell’emergenza sanitaria” si precisa che per i rientri da Croazia, Grecia, Spagna e Malta di soggetti che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni precedenti in questi paesi hanno l’obbligo di sottoporsi a tampone rino-orofaringeo entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale.

L’utente dovrà pertanto:

  • registrarsi sul sito ATS PAVIA (alla voce: disposizioni per chi entra in Italia);
  • informare del rientro il medico curante che disporrà l’isolamento fiduciario e programmerà il tampone gratuito presso i  centri ATS o i laboratori convenzionati;
  • recarsi con appropriata richiesta del medico presso i centri tampone di ATS o laboratori convenzionati pubblicati sul sito ATS.

L’utente dovrà mantenere l’isolamento fiduciario in attesa di sottoporsi al test e sino alla comunicazione dell’esito.

Per informazioni o per segnalare l'insorgenza di eventuali sintomi è possibile chiamare il numero 3669390021 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00.

Al di fuori di tali fasce orarie dovrà contattare il numero unico regionale 116117 che provvederà a mettere l'utente in contatto con gli operatori ATS.

 

► Nuovi orari di apertura Centri Tampone ATS

►  INDICAZIONI ATS PAVIA  

Voghera | Cerimonia di consegna nuovo Poligrafo a favore dell’Unità Operativa Complessa di Cardiologia

Alla presenza del Direttore Generale di ASST di Pavia, Dott. Michele Brait, mercoledì 5 agosto 2020, presso la Sala Consiliare dell’Ospedale Civile di Voghera, ha avuto luogo la cerimonia di consegna del nuovo Poligrafo all’Unità Operativa Complessa di Cardiologia, diretta dal Dott. Pietro Broglia, dell’Ospedale Civile di Voghera.

Il poligrafo è uno strumento che permette l’acquisizione, la memorizzazione, l’analisi e la stampa delle curve ECG, dei parametri emodinamici e delle forme d’onda acquisiti durante gli studi emodinamici ed elettrofisiologici.
Il sistema è composto da due monitor, uno dei tracciati, che serve per visualizzare i parametri del paziente, e uno dei comandi, che serve per configurare lo schermo deitracciati. Sono, inoltre, presenti anche una workstation e il front-end per elettrofisiologia. Il front-end è il modulo che raccoglie e digitalizza i dati fisiologici del paziente per poi trasferirli alla workstation per la loro elaborazione.
Il poligrafo presente nell’Unità Operativa Complessa di Cardiologia dell’Ospedale Civile di Voghera possiede l’innovativa modalità COMBO, infatti può essere configurato sia per gli interventi di emodinamica, sia per quelli di elettrofisiologia. La differenza risiede nel tipo di analisi che può effettuare.
La configurazione elettrofisiologica, oltre alla visualizzazione e all’elaborazione dei dati,permette anche la stimolazione diretta del cuore del paziente tramite elettrocatetere.

Il nuovo sistema ComboLab AltiX Edition, che l’Ospedale Civile di Voghera ha avuto l’onore di acquisire per primo in Italia, introduce una serie di miglioramenti e di nuove funzionalità al sistema preesistente, sia per quanto riguarda la configurazione elettrofisiologica, che per quella emodinamica.
In particolare, per l’elettrofisiologia sono state introdotte delle tecniche che permettono di ridurre i disturbi dei segnali acquisiti (antialiasing) e sono state integrate delle interfacce per semplificare l’interazione con altri sistemi, come quelli di ultima generazione di crioablazione e quelli di mappaggio elettroanatomico, che sono in fase di acquisizione.
Per quanto riguarda l’emodinamica è stata effettuata un’integrazione con i sistemi di misurazione della riserva frazionale di flusso (FFR), data dal rapporto tra la pressione a valle della stenosi e la pressione aortica, ed è stata introdotta la possibilità di misurazione di CO2. Inoltre, è stata migliorata l’ergonomia dell’intero sistema, posizionando il modulo di acquisizione direttamente sulla barra del letto angiografico, eliminando così ingombri ai piedi del letto.
Ulteriori miglioramenti sono stati introdotti anche per la connettività, tramite l’integrazione con l’angiografo e con il software gestionale, e per la sicurezza, tramite l’utilizzo della crittografia dei dati, la possibilità di installazione di un antivirus e il backup automatico dei dati.
 

NATI PER LEGGERE

Regione Lombardia ha promosso la realizzazione del modello: “La sua storia comincia dalle tue parole. Leggere Insieme, crescere insieme”. La lettura precoce di qualità, se sperimentata con regolarità contribuisce nel bambino a migliorare il linguaggio, arricchendo il vocabolario e la capacità di esprimere pensieri ed emozioni, ampliare i tempi di attenzione, educare all’ascolto, permettere di creare immagini mentali autonome, stimolare il desiderio di imparare a leggere autonomamente.
Leggere ad alta voce ai bambini piccoli ha inoltre una valenza emotiva forte: è un’attività molto coinvolgente sia per i genitori, familiari, lettori, che per i bambini; infatti è ricca di scambi emotivi e contribuisce a rafforzare la relazione adulto-bambino."

Per questo motivo i Consultori Familiari della Provincia di Pavia leggono CON VOI e PER VOI!

Si è ritenuto utile sostituire gli interventi di Nati per Leggere, solitamente effettuati presso le nostre sedi consultoriali, con specifici video a tema, quì pubblicati:

Nati per Leggere - Il mostro delle emozioni
Nati per Leggere - La balena della tempesta
Nati per Leggere - Il bruco molto affamato
Nati per Leggere - Un colore tutto mio
Nati per Leggere - Il lupo che entrava nelle fiabe

Nati per Leggere - Posso guardare nel tuo pannolino?

Nati per Leggere - Il Gruffalò

Nati per Leggere - Coccodrillo senza denti

Nati per Leggere - La Zattera

Nati per Leggere - Scacciabua

Nati per Leggere - Max e il vasino

Nati per Leggere - La nuvola Olga

 

E ora parliamo di emozioni!

Nati per Leggere - Giallo di Gelosia
Nati per Leggere - Rosso di Vergogna

Trasporto a cassa aperta

Facendo seguito al confronto realizzato in data 12 giugno c.m. con i Servizi ISP del Dipartimento di Prevenzione e Igiene Sanitaria competenti in materia, come peraltro già indicato con nota Protocollo n.G1.2020.22086, il trasporto a cassa aperta è possibile nel rispetto delle Circolari del Ministero della Salute di seguito richiamate.
 

Ospedale Asilo Vittoria di Mortara | Ampliamento posti letto

Si comunica che a decorrere da lunedì 03 Agosto 2020, il numero di  posti letto della UOC Medicina Interna dell'Ospedale Asilo Vittoria di Mortara, passa da 18 a 27.

AGOSTO 2020 | RIDUZIONE ORARIA CALL CENTER REGIONALE


Nelle giornate di seguito riportate del mese di agosto il Call Center Regionale sarà operativo dalle 8:00 alle 13:00:

- sabato 8 agosto
- venerdì 14 agosto
- sabato 22 agosto
- sabato 29 agosto

DONAZIONE A FAVORE DELL’UNITÀ OPERATIVA COMPLESSA DI RIANIMAZIONE DELL’OSPEDALE CIVILE DI VOGHERA DA PARTE DEI DIPENDENTI E DELL’AZIENDA PIBERGROUP

Alla presenza del Direttore Generale di ASST di Pavia, dott. Michele Brait, giovedì 30 luglio 2020, presso la Sala Consiliare dell’Ospedale Civile di Voghera, ha avuto luogo la cerimonia di donazione di dispositivi medici da parte dei Dipendenti e dell’Azienda Pibergroup S.r.l., a favore dell’Unità Operativa Complessa di Rianimazione dell’Ospedale Civile di Voghera.
La donazione, perfezionatasi attraverso le delibere 263 e 391 del 2020, comprende diversi dispositivi utilizzati nell'area dell'Emergenza-Urgenza: in primo luogo, un massaggiatore automatico Zoll Autopulse, che viene utilizzato in fase di rianimazione cardiopolmonare. Grazie ad una fascia che passa intorno al petto del paziente e ad un motore elettrico, è possibile effettuare un massaggio cardiaco ottimale ed efficace perperiodi prolungati di tempo. E' noto, da letteratura scientifica, come anche l'operatore più esperto, dopo qualche minuto, non sia più in grado di effettuare un massaggio efficace, a causa della stanchezza. Il massaggiatore automatico risolve questa problematica.
Viene poi donato un aspiratore elettrico portatile, utile, tra le altre cose, per liberare dalle secrezioni le vie aeree del paziente; necessità particolarmente sentita nell’assistenza ai pazienti Covid-19.
Infine, è stato donato un simulatore per defibrillazione: simile in tutto e per tutto ad un defibrillatore semiautomatico che permette di addestrare il personale alla defibrillazione in diversi scenari clinici, sotto la supervisione di un istruttore.
Questa preziosa donazione è l'inequivocabile segno del rapporto di fiducia ormai consolidatosi tra l’Ospedale ed il suo territorio, che si concretizza con l’impegno dei lavoratori del gruppo Pibergroup S.r.l. che hanno donato un’ora del loro salario e della proprietà dell’azienda che ha raddoppiato l’importo, consentendo l’acquisto dei dispositivi sanitari, manifestazione di un ulteriore e significativo riconoscimento alla
professionalità e all’impegno del personale sanitario che in questi mesi è stato in prima linea, con abnegazione e coraggio, nell’assistenza ai malati Covid-19.

Fase di riattivazione graduale delle attività sanitarie istituzionali e di libera professione intramuraria

Con DGR n.3115 del 7/5/2020 sono state riattivate gradualmente le attività sanitarie ambulatoriali istituzionali e di libera professione, secondo i criteri indicati nel Piano Aziendale del 19 maggio 2020.
 
L'attività di libera professione potrà essere esercitata con volumi di attività e tempi inferiori rispetto a quelli dedicati all'attività istituzionale, così come disposto dalla legge 120/2007 e s.m.i.
 
Gli esiti di monitoraggio dei tempi d'attesa di libera professione intramuraria saranno pubblicati sul sito web aziendale, a seguito della riattivazione del monitoraggio regionale dei tempi d’attesa per le  prestazioni rese in regime istituzionale.