I volti di ASST di Pavia

In un periodo difficile come quello che stiamo attraversando, tendiamo a vedere solo gli aspetti negativi e a perdere di vista invece il grande dono che ci è stato fatto e che dobbiamo utilizzare nei migliore dei modi, ovvero la nostra vita. Ecco perchè abbiamo deciso di dedicare la puntata delle regole dello star bene del 20 novembre alla vita che nasce, ovvero ai più piccoli, ai neonati, e a tutte le mamme e i papà che iniziano il cammino di genitori. Con l’aiuto degli specialisti in studio, spieghiamo in modo semplice ma esaustivo quali siano le modalità migliori per affrontare travaglio e parto, quali i primi screening dei neonati, quali i suggerimenti per un allattamento in serenità. Un approfondimento speciale è dedicato al massaggio infantile e all’importanza dei corsi preparto. 

Ospiti della puntata:
Dr. Carlo Fugini, Direttore Unità Operativa di Pediatria e Nido Ospedale di Voghera
Dr.ssa Silvia Arrigoni, Ginecologa U.O.C. di ostetricia e ginecologia di Vigevano
Roberta Garbin, ostetrica Ospedale di Voghera

Youth Acrobata World e il dott GaravelliIl dott. Giansisto Garavelli, Dirigente Medico che opera presso il Servizio Dipendenze di Asst Pavia, è stato invitato in qualità di docente al corso di Formazione Youth Acrobata World, corso di avviamento al lavoro nell'ambito dello spettacolo dal vivo, in collaborazione con l'Università Iulm e sostenuto dal programma Erasmus+ della Commissione Europea. Detto progetto coinvolge artisti e aspiranti operatori del settore culturale provenienti dal Kenya, dalla Colombia e dall'Italia e si pone l’obiettivo di fornire ai partecipanti le basi per affrontare le sfide artistiche e imprenditoriali dello spettacolo dal vivo: dalla creazione del numero circense all'analisi dei mercati odierni, dalla comunicazione alla gestione della carriera. Il dott. Garavelli, che da anni collabora gratuitamente a favore della cura degli operatori del circo, ha ricevuto i sentiti ringraziamenti dal Direttore Scientifico di Youth Acrobata World, Alessandro Serena, con l’auspicio di future collaborazione a favore della preparazione di questi giovani futuri artisti circensi.

Nella giornata di ieri nel Blocco operatorio dell'Ospedale di Vigevano è stato effettuato il prelievo dei reni a scopo di trapianto su di un soggetto deceduto nel reparto di Rianimazione.
Il prelievo di organi è stato eseguito seguendo la procedura di donazione a cuore fermo con metodica, DCD 3 (Donation after Circulation Death). La complessità organizzativa è data dal fatto che, nel momento in cui si certifica la morte con metodo elettrocardiografico (assenza di attività cardiaca testimoniata elettrocardiograficamente), nel soggetto che non ha espresso opposizione in vita (verificata nel data-base del Centro Nazionale Trapianti e/o testimoniata dagli aventi diritto) occorre immediatamente procedere alla perfusione con metodica di ossigenazione ed assistenza circolatoria extracorporea (ECMO) degli organi eleggibili a prelievo.
E' doveroso sottolineare il ruolo fondamentale del Dott. Alberto Casazza (responsabile della UOS di Medicina delle Donazioni) sia nella fase di individuazione del donatore che nella regia delle operazioni di prelievo.
ASST di Pavia, nella persona del Dott. Livio Carnevale, ringrazia anche, oltre all'ECMO Team del "San Matteo" di Pavia, Il dott. Massimo Abelli  (responsabile della UO Trapianti di Rene del "San Matteo") che in collaborazione con i medici della UOC di Chirurgia Generale di Vigevano (Dott.ri Soldano e Bocchetti) ha eseguito il prelievo, la Direzione Sanitaria della nostra Azienda che ha garantito l'indispensabile collaborazione con Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, la dott.ssa Bona (direttore medico di Presidio di Vigevano) ed il suo team che hanno assistito passo a passo gli aspetti organizzativo-procedurali, i colleghi della Anatomia Patologica dell'Ospedale di Vigevano. Infine, il più grande ringraziamento ai tanti colleghi (operatori di supporto, infermieri e medici anestesisti-rianimatori) del reparto di Rianimazione e del Blocco Operatorio di Vigevano che, mettendo in campo le loro specifiche competenze ormai acquisite, hanno reso possibile la procedura.
(per saperne di più...)

Lo scorso 10 settembre si è tenuto a Milano il IX Congresso Nazionale B&M NUTRIZIONE & NEURODEGENERAZIONE, che si pone l'obiettivo di aggiornare i professionisti sulle principali tematiche innovative in ambito nutrizionale. All'interno del Congresso si è svolto il Concorso Giovani & Ricerca e i due lavori originali elaborati dalle Dottoresse Manuela Cimorelli, Elisa Pisocri e Benedetta Rivolta della U.O.S.D. di Medicina Generale a Indirizzo Dietologico dal titolo "Vitto ospedaliero e Covid-19. Esperienza presso ASST Pavia - Presidio Lomellina" e "Acido alfa lipoico e l'ipoglicemia che non ti aspetti" sono stati selezionati e premiati dal comitato scientifico.

 

 

Lunedì 7 settembre, presso la Sala Consiliare dell'Ospedale Civile di Vigevano, è stato presentato il libro di Josè Lattari, dal titolo: " Lockdown -  Vigevano, Immagini della Pandemia" in cui vengono immortalati i momenti e le azioni dei protagonisti di questo periodo, evidenziando il loro lavoro, la generosità e lo spirito di sacrificio profusi.
Il volume è in vendita presso le edicole di Vigevano e i proventi verranno destinati al contrasto dell'emergenza COVID-19.

 

(per saperne di più...)

La prestigiosa rivista specialistica del settore "Journal of Gastrointestinal ad Liver Disease" ha pubblicato lo Studio Europeo sulla Classificazione della Malattia Diverticolare "The DICA Endoscopic Classification for Diverticular Disease of the Colon Shows a Significant Interobserver Agreement among Community Endoscopists: an International Study"  (J Gastrointestin Liver Dis, 2019 Vol. 28 Suppl 4: 39-43), in cui ha partecipato anche la UOSD Endoscopia Digestiva, rappresentata dal Dott. Giacomo Rossi.

 

► Testo integrale dello Studio

ASST di Pavia ha introdotto un sistema di informatizzazione della somministrazione della terapia farmacologica al letto del paziente sin dal 2012. Questo sistema consiste nella realizzazione di una completa informatizzazione del processo di somministrazione, ma anche di prescrizione e arriva fino all'identificazione del monodose [...]

 

Link all'intervista completa

In data 25/7/19 è stato rinnovato l’incarico quinquennale di Direttore dell’Unità Operativa Complessa Farmacia Ospedaliera Oltrepo’  alla Dott.ssa Mariangela Lodi; dall’agosto 2016 la Dott.ssa Lodi ricopre anche l’incarico di  Direttore “ad interim”  dell’Unità Operativa Complessa Farmacia Ospedaliera Lomellina.

L’Unità Operativa Complessa Farmacia Ospedaliera svolge un servizio trasversale a tutti i reparti ospedalieri degli ospedali di Voghera, Stradella e Varzi (per l’area Oltrepo’) e  Vigevano, Mede, Mortara e Casorate (per l’area Lomellina). Fornisce  farmaci, materiali diagnostici  e dispositivi medici (quali, ad esempio, protesi ortopediche, pace maker, defibrillatori, materiale per endoscopia e tutto il materiale sanitario necessario per l’attività ospedaliera e di sala operatoria).

La Farmacia Ospedaliera fornisce inoltre  farmaci e  dispositivi medici per le 3 Carceri provinciali di Voghera, Vigevano e Pavia e dal luglio 2017, svolge quotidianamente attività di allestimento di sacche chemioterapiche distribuite agli ospedali aziendali per le terapie oncologiche. 

(leggi tutto)

In questo articolo, pubblicato sul Giornale di Voghera, il Dottor Vittorio Perfetti, Direttore dell' UOC Medicina Interna dell'Ospedale di Varzi, espone le sue riflessioni in merito alla creazione dell'unità Oncologica denominata "Oncologia Oltrepò" con sede principale presso l'Ospedale Civile di Voghera.

Un aspetto di particolare rilievo dell’Oltrepò Pavese è l’essere caratterizzato da una popolazione con età media molto avanzata, perciò fragile sia dal punto di vista della salute che sociale, con molte persone sole o con figli lontani, spesso con disponibilità economiche non ottimali. La possibilità di ammalarsi di cancro aumenta con la età, da qui la necessità di creare una struttura oncologica che, coordinandosi con le altre figure sanitarie in una ottica di gestione multidisciplinare, prenda in carico il paziente in tutti i suoi aspetti, fin dalle prime fasi della malattia, offrendo percorsi di screening e cure adeguate, il più possibile vicino al proprio domicilio. Per tale motivo, circa 4 anni fa, per volere della Direzione della ASST-Pavia (ex Azienda Ospedaliera), è stata creata una Unità di Oncologia, denominata “Oncologia Oltrepò”, che ha sede principale presso l’Ospedale di Voghera e che ha il compito di coordinare l’attività oncologica di tutto il nostro territorio, comprendendo anche l’Ospedale di Stradella e di Varzi, offrendo cure adeguate e moderne per tutte le fasi della malattia oncologica. […] 

(leggi tutto)

"Non dobbiamo demandare la salute dei nostri figli soltanto alle istituzioni, noi dobbiamo cominciare ad insegnare ai nostri bimbi quando sono piccoli quali sono i comportamenti sani, non solo per la salute del cuore ma per la salute in generale del nostro organismo."

(leggi tutto)

link al servizio integrale

 

In questo articolo, pubblicato sulla rivista scientifica di Psicologia 'Link', il Dottor Paolo Di Biagio, Psicologo-Psicoterapeuta del SERD di ASST di Pavia, espone le sue riflessioni in merito al fenomeno delle dipendenze patologiche e il suo evolversi nel tempo nell'era di Internet.

[…] L’evoluzione tecnologica ha reso reale il magico. Quello che è accaduto con l’informatizzazione delle conoscenze rappresenta una rivoluzione senza precedenti nella storia dell’umanità, e la possibilità di comunicare che si è attivata con l’avvento del digitale ha abbattuto ogni confine geografico, mettendoci in comunicazione con l’intero mondo, e le potenzialità di ogni singolo individuo di entrare sempre più in contatto con la collettività attraverso l’uso della rete informatica aumentano costantemente. […]

 (Leggi tutto)

 

"Abbiamo inaugurato un nuovo ambulatorio per l'osteoporosi che rientra nella presa in carico del paziente con quel protocollo provinciale che abbiamo fatto in collaborazione con il San Matteo, una grande collaborazione che ci consente di dare qualità e grande competenza clinica"

(Leggi tutto)

►Link all'intervista integrale

Direttore socio sanitario dott. Armando GozziniVita da aMare, da dieci anni, permette a più di cento ragazzi con disabilità, di sperimentare l’emozione di una regata, con il supporto di skipper professionisti, nel segno dello sport, dell’inclusione e della condivisione. Un’occasione importante per imparare le nozioni di base della vita di bordo, acquisendo maggiore consapevolezza di sé e sviluppando la predisposizione all’autodeterminazione e all’autonomia. Quest’anno, l’evento è stato dedicato a Giulia Fresi, giovane ragazza speciale di Arzachena recentemente scomparsa
All’iniziativa, svoltasi tra il 26 e il 29 settembre 2019 , ha partecipato anche il Direttore Socio-Sanitario di ASST Pavia, Armando Gozzini, a cui chiediamo alcune impressioni sull’esperienza (Leggi Tutto)

Il dott. Marco Piccolini è il nuovo direttore dell'Unità Operativa Complessa di Chirurgia generale dell'Ospedale Asilo Vittoria di Mortara. Vigevanese inizia la sua esperienza professionale nel1986 a Vigevano e dal 1989 al reparto di Chirurgia dell'Ospedale di Vigevano. Docente di Anatomia presso la Scuola per infermieri professionali dal 1991 al 1994, sotto la guida del Prof. Renato Antonini, diventa aiuto corresponsabile. Successivamente gli viene conferito dal 2000 l’incarico di I.P.A.S. (incarico professionale di alta specializzazione) per la toracoscopia e la laparoscopia.Con il  Prof. Cosimo Vincenzo Sansalone, attuale Direttore del Dipartimento di Chirurgia Generale dell’Asst di Pavia e Direttore dell’UOC Chirurgia Generale dell’Ospedale di Vigevano, collabora sino al 2017. Nel 2018, viene assegnato al dott. Piccolini l’incarico di direzione dell’Unità Operativa Semplice di Week-Surgery, afferente all’UOC di Chirurgia Generale dell’Ospedale di Mortara, sino al nuovo attuale incarico, a decorrere dal 01 agosto 2019, delle funzioni di direttore dell’Unità Operativa Complessa di Chirurgia generale dell’Ospedale di Mortara.(leggi tutto)

Il dott. Roberto Vanelli dal 2 maggio scorso dirige l’U.O.C. Ortotraumatologia di Voghera ed è a capo anche dell’Ambulatorio presso l’Ospedale SS. Annunziata di Varzi. Originario di Busto Arsizio, 45 anni, il nuovo Direttore proviene dalla Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo. E’ autore di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali ed ha svolto attività di ricerca su chirurgia vertebrale/protesica e su tessuto osseo di banca. In carriera ha effettuato oltre 1500 interventi di chirurgia ortopedica come primo operatore ed altrettanti come secondo, con particolare riferimento a sostituzione protesica articolare per patologia artrosica o traumatica di anca e spalla, patologia del rachide, correzione per scoliosi idiopatiche dell’adolescente, per deformità neuromuscolari, artroscopie di ginocchio e spalla, chirurgia della mano e traumatologia (leggi tutto).

Da un paio di settimane è stata attivata, presso l’Ospedale San Martino di Mede, l'attività specialistica ambulatoriale di Cardiologia.
Ne parliamo con il Dr. Giannantonio Maggi a cui è stata affidata la gestione dell’Ambulatorio. Laureatosi in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pavia con votazione 110/110 con lode, il Dr. Maggi successivamente si è specializzato in Malattia dell’Apparato Cardiovascolare con 50/50 e lode presso la medesima Università. Tra le sue esperienze lavorative figurano le attività prestate presso il Policlinico San Donato, l’Istituto Clinico Sant’Ambrogio e la Fondazione I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo di Pavia.
Il suo è un ritorno, avendo già lavorato in passato in ASST Pavia (leggi tutto)

Domenica 14 aprile 2019 si celebra in Italia la XXII edizione della Giornata Nazionale Donazione e Trapianto di Organi e Tessuti indetta dal Ministero della Salute.
Con il dott. Alberto Casazza, Dirigente Medico dell’U.O.C. Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Civile di Vigevano (diretta dal dott. Livio Carnevale) e Coordinatore Trapianti aziendale, facciamo il punto sull’attività messa in atto in proposito dell’ASST di Pavia.
Il primo espianto multiorgano è stato effettuato nell'aprile 2012 presso l'Ospedale Civile di Vigevano, il secondo nell'aprile 2013: dall'inizio degli anni 2000 ad oggi l'attività si è incrementata grazie anche alla generosità dei cittadini (leggi tutto).

L’ASST di Pavia ha avviato, presso l’Ospedale Civile di Vigevano e l'Ospedale San Martino di Mede, due nuovi Ambulatori di Reumatologia. La gestione è stata affidata alla dott.ssa Elena Prisco, specialista in Reumatologia, da pochi mesi assunta come dirigente medico ed assegnata all’Unità Operativa di Medicina Interna di Mede dopo l’esperienza lavorativa presso la Fondazione I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo di Pavia.
L’Ambulatorio è aperto a Vigevano (presso gli ambulatori dell'U.O. di Medicina Interna ad Indirizzo Oncologico) il secondo e il quarto martedì di ogni mese, dalle ore 14:00 alle ore 16:00 ed a Mede ogni lunedì, dalle ore 13:30 alle 15:30.
La dott.ssa Prisco partecipa all’attività reumatologica ambulatoriale in collaborazione con la Fondazione I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo di Pavia presso l'Ospedale Civile di Vigevano il primo mercoledì di ogni mese, nell’ambito del co-branding con l’ASST di Pavia (leggi tutto).

Il dott. Alessandro Suprani dall’1 gennaio 2019 è il Direttore F.F. dell’Unità Operativa Complessa Pronto Soccorso e Accettazione dell’ASST di Pavia con la responsabilità del coordinamento e della gestione dei sei Pronto Soccorso aziendali. Romano, 61 anni, il dott. Suprani da 32 anni vive in Lombardia e presso l’ASST di Pavia è anche titolare dell’Incarico Professionale ad Alta Specializzazione (IPAS) denominato “Osservazione Breve Intensiva”. La sua è una lunga ed importante carriera iniziata come Ufficiale Medico dell'Esercito Italiano in diverse sedi e con svariate responsabilità. Nove anni intensi, trascorsi in gran parte in Lombardia. Nel 1987 e 1988 è stato Capo dei Servizi Sanitari in zona di operazioni della Brigata Meccanizzata “Legnano” durante i soccorsi dopo l'alluvione della Valtellina e per questo insignito di medaglia di benemerenza dell'Esercito Italiano. Conclusa la carriera militare, è entrato a pieno titolo nella sanità pubblica lombarda e per 27 anni ha esercitato la professione di medico di Pronto Soccorso presso l'Ospedale di Melegnano con diversi incarichi professionali (leggi tutto).

E’ partito il nuovo progetto dell’Asst di Pavia per i pazienti sottoposti a terapie antitumorali negli Ospedali Civili di Voghera e Vigevano, in co-branding con il Policlinico San Matteo. Una scelta dettata dalla sensibilità verso i pazienti colpiti da tumore, trattati con chemioterapia o ricoverati in ospedale, che spesso risultano malnutriti al punto da mettere in dubbio il proseguimento delle cure e nei casi più gravi perfino la loro sopravvivenza. Il progetto riguarda tutti i pazienti oncologici in carico all’ASST di Pavia che nel corso del 2018 ha fornito 3469 prestazioni Mac (acronimo di Macroattività Ambulatoriale Complessa, in pratica il trattamento di chemioterapia) destinate a 457 pazienti.
Ne parliamo con il dott. Luigi Magnani, Direttore Dipartimento Area Medica e Direttore dell'UOC di Medicina Interna dell'Ospedale Civile di Voghera
(leggi di più).

Dott. Ferruccio BiandratePer ridurre le liste di attesa degli interventi chirurgici programmabili l’ASST Pavia si affida all’Unità Operativa di Week-Surgery, ubicata presso l’Ospedale Asilo Vittoria di Mortara: ne parliamo con il Direttore dell'Unità Operativa, dott. Ferruccio Biandrate. Il Direttore è in servizio all’ASST Pavia dal 1980, ha eseguito oltre 5000 interventi come primo operatore e 15 mila esami endoscopici. E’ docente del corso di laurea in Infermieristica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Pavia ed autore di numerose pubblicazioni.
Leggi di più.