DONAZIONE AL PRESST DI BRONI

Venerdì 29 novembre, alle ore 11.00, presso l’Unità di Raccolta Sangue attiva all’interno del PreSST di Broni, alla presenza del Direttore Socio-Sanitario di ASST Pavia, dottor Armando Gozzini, ha avuto luogo la cerimonia di donazione di un saldatore portatile da banco, da parte delle AVIS di Broni, Stradella e Santa Giuletta.

La donazione di un saldatore conforme ai requisiti tecnologici richiesti da ATS e dal Centro Nazionale Sangue per l’accreditamento dell’Unità, per un valore pari a 2.500 euro, è un contributo prezioso per l’attività dell’Unità di Raccolta. Questa donazione è la conferma del proficuo rapporto di collaborazione che esiste tra ASST Pavia e le Associazioni AVIS del territorio. Le AVIS di Broni, Stradella e Santa Giuletta, per nome dei loro Presidenti, rispettivamente, Roberto Calatroni, Giovanni Marconi e Stefano Polin, si dichiarano molto soddisfatte di essere riuscite, con il loro impegno, a favorire la sopravvivenza dell’Unità di Raccolta di Broni. 
Un eventuale accorpamento con l’Unità di Voghera, avrebbe certamente ridotto la quantità di donatori complessivi disponibili. Le stesse Associazioni sottolineano la forte volontà di continuare a collaborare con ASST Pavia, per promuovere la cultura del dono e la funzionalità del servizio di Raccolta.
Il sangue umano è un presidio terapeutico vitale e insostituibile, non riproducibile artificialmente, sempre più necessario in ragione del progresso della medicina e dell'aumento della vita media. Donare il sangue può davvero salvare una vita: molti bambini affetti da malattie ematologiche (leucemia, talassemia, ecc.) così come le persone con gravi emorragie o che subiscono interventi chirurgici possono avere necessità di impiego di globuli rossi concentrati e/o di plasma, e/o di piastrine per problemi inerenti il decorso operatorio. Senza i donatori di sangue, non ci sarebbero i trapianti di organi.
Le Associazioni AVIS hanno quale fine istituzionale la promozione del dono del sangue anonimo, gratuito, periodico e responsabile, quale atto di umana solidarietà e dovere civico. L’Associazione svolge un ruolo fondamentale in tema di informazione, educazione al dono del sangue, salute della popolazione, promozione e sviluppo della medicina trasfusionale e del buon utilizzo del sangue, tutela della salute del donatore e contributo dell’educazione sanitaria, favorendo la medicina preventiva.
Grazie all’attività svolta dalle AVIS di Broni, Stradella e Santa Giuletta sono state raccolte, nel 2018, 1749 sacche, inviate al Centro Lavorazione Sangue di Pavia, per un numero totale di donatori attivi pari a 911, contribuendo, insieme alle altre Unità di Raccolta di Vigevano e Voghera, al raggiungimento dell’autosufficienza di sangue degli Ospedali afferenti ad ASST Pavia; per un totale di 11.457 sacche raccolte, pari a circa il 50% di tutte le sacche raccolte in Provincia di Pavia.
Senza il contributo delle AVIS ospedaliere, non sarebbe possibile, in Provincia di Pavia, il rispetto del Piano annuale di programmazione e compensazione regionale ed extraregionale delle unità di sangue, e soprattutto, il consolidamento dell'autosufficienza di sangue ed emocomponenti, che consente di supportare le necessità dei nostri Ospedali in caso di interventi chirurgici o di patologie che necessitano di trasfusioni.
Grazie all’attività di personale medico, tecnico ed infermieristico altamente qualificato, il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di ASST PAvia si fa carico della raccolta di sangue intero attraverso la gestione dei centri di raccolta ubicati nei diversi presidi ospedalieri; provvede alla compatibilizzazione delle sacche di Concentrati Eritrocitari, all’assegnazione degli Emocomponenti ai reparti di degenza e cura e ai pazienti domiciliari, e fornisce gli stessi Emocomponenti agli Ospedali di Broni, Stradella e Varzi, oltre ad effettuare gli esami immunoematologici per i reparti ospedalieri e per i pazienti esterni.